La folle realtà di ‘Enrico IV’ al Teatro Parenti fino al 26 novembre

Carlo Cecchi porta, al teatro Franco Parenti, una brillante e fresca rappresentazione dell’Enrico IV di Pirandello.

Il rapporto del regista con l’autore siciliano ha prodotto in passato due capolavori, “Sei personaggi in cerca d’autore” e “L’Uomo, la bestia e la virtù” riconfermando, con Enrico IV, la sua capacità di regalare una lettura ironica e moderna all’opera.

Se nella versione originale dell’opera, infatti, si assiste ad un teatro nel teatro, nella versione riproposta al Parenti si aggiunge un nuovo livello di finzione nella finzione. Lo spettacolo racconta la storia di un giovane nobile dei primi del ‘900 che, a seguito della partecipazione ad una cavalcata mascherata, cade da cavallo e impazzisce. Da quel momento crede di essere veramente Enrico IV. A questa folle farsa partecipano, per pietà, gli amici e i parenti che fingono di vivere in una corte fittizia. La sua vita si sviluppa per vent’anni in casa, vestendo i panni dell’imperatore, prima per vera pazzia, poi per simulazione ed infine per drammatica costrizione: la follia diviene mezzo di fuga dalla realtà.  Il tempo dello spettacolo diventa, però, il presente, in quanto, nello sviluppo della tragedia, gli attori si mostrano tali, a tratti in maniera esilarante, svelando la macchina teatrale dello spettacolo.

Facendo cadere il velo invisibile tra palco e realtà, infatti, Cecchi riesce a spostare il fulcro sulla creazione artistica. Il Teatro e la vocazione teatrale, assumendo le forme di commozione cerebrale, in quanto fatto di farsa e recitazione, saranno i protagonisti dell’opera.

I dialoghi brevi e coincisi, lontani da lunghe elucubrazioni filosofiche, riescono a rendere lo spettacolo fruibile e collettivo. Il balzo tra i secoli, tra passato, presente teatrale e presente reale spiazza e diverte, confondendo in prima battuta la platea per poi rivelarsi chiarificatore e catartico. Con questo meccanismo, l’Enrico IV riesce a mutarsi da tragedia novecentesca a visione corale del presente politico e sociale. Un presente fatto di uomini costretti a indossare una maschera in quanto schiavi di quello che è la manipolazione e l’influenza dell’opinione pubblica sul essere.

 

Sala Grande
Dal 17 al 26 novembre 2017

ORARI
mar h 20.00 mer h 19.30
gio h 21.00 ven h 20.00
sab h 20.30 dom h 16.00

PREZZO
Intero: Prime file biglietto unico 38€; I e II settore 30€; III settore 23,50€
Convenzioni (escluso prime file) 21€
Over65/ under 26 (escluso prime file) 18€
+ diritti di prevendita

INFO
biglietteria@teatrofrancoparenti.com tel. 02 59995206
Fb : http://www.facebook.com/teatrofrancoparenti  Tw: http://www.twitter.com/teatrofparenti
Sito : http://www.teatrofrancoparenti.it  App: Teatro Franco Parenti

 

Rispondi