Un mai banale ‘Venditore di Sigari’ con la regia di A. Oliva, al Teatro Litta di Milano fino al 27 gennaio

Resta in scena fino al 27 gennaio al Teatro Litta di Milano Il venditore di sigari di Amos Kamil, traduzione di Flavia Tolnay con la collaborazione di Alberto Oliva.

La storia è ambientata nella Berlino del 1947 in una Germania appena uscita dalla guerra; tutte le mattine alle 6:30 in punto due uomini si incontrano: un professore ebreo e il proprietario di una tabaccheria, essi sono sopravvissuti alla tragedia che ha quasi annientato il popolo ebraico.

Si attaccano recriminando i torti subiti, fino a scoprire che la guerra ha sconvolto la storia personale di ognuno di loro, in modo distruttivo e definitivo; i due protagonisti giocano una partita in cui è impossibile trovare vincitori e vinti, ma solo vittime, perché anche nascere tedesco nel 1920 significava essere condannato a diventare un carnefice senza poter scegliere.

Nascere ebreo nello stesso tempo era invece la condanna ad essere vittima, in entrambi i casi quindi, la guerra portò solo dolore e morte; la domanda che intercorre durante lo spettacolo è: “A quali compromessi un essere umano è disposto a scendere per salvarsi la vita?”.

Lo spettacolo partendo da questa domanda, parla a tutti, perché tutti siamo chiamati a fare i conti con la nostra coscienza.

Un racconto fatto di colpe e dolori; un ebreo che nasconde la propria identità per salvarsi e che non riesce ad espiare i propri peccati, e dall’altra parte un altro ebreo che fa ogni giorno le stesse domande per ottenere risposte differenti.

Preparati gli attori, bella la scenografia, consigliata al vasto pubblico, compreso agli studenti perché nessuno dovrebbe dimenticare l’orrore della guerra; un orrore che ripercorriamo negli occhi dei protagonisti.

Info:
Il venditore di Sigari
Teatro Litta, Corso Magenta 24 Milano

di Amos Kamil – traduzione di Flavia Tolnay con la collaborazione di Alberto Oliva – regia Alberto Oliva – con Gaetano Callegaro, Francesco Paolo Cosenza –scene e costumi Francesca Pedrotti – realizzazione scenografia Ahmad Shalabi – disegno luci Fulvio Melli – direttore di produzione Elisa Mondandori  – produzione Manifatture Teatrali milanesi

I sigari utilizzati nello spettacolo sono gentilmente offerti da La Casa del Habano, via A. Anfossi 28 Milano

Spettacoli:
da mercoledì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30
durata: 1 ora e 20 minuti
Biglietti: intero 25€ – Under26 e convenzioni 16€ – Over65 12€ – Under12 10€
spettacolo in abbonamento: Arcobaleno, 6 al Litta, Uni 4 al Litta, Carta regalo

Spettacolo inserito in Invito a teatro

Date
23 (Mercoledì) 20:30 – 27 (Domenica) 16:30

 

Rispondi