Successo per I Tre Moschettieri, il terzo appuntamento di Contenuti Zero Varietà

Spettacolo visto e recensito da Dario Sicurello il 13 febbraio 2019.

A scaldare il Teatro Leonardo durante i mesi invernali ci pensa Contenuti Zero Varietà, spettacolo comico in sette puntate, giunto già al suo terzo appuntamento con lo spettacolo dal titolo I Tre Moschettieri.

Dal sipario uno smagliante conduttore, Giuseppe Scoditti, capocomico della commedia, trasporta il pubblico sul palco dell’Ariston, annunciando l’imminente inizio di una nuova edizione del festival di Sanremo; quello che infatti Lorenzo Attanasio, Bruno Bassi, Valentina Cardinali, Roberta Crivelli, Andrea Delfino, Carlo Giammuso, Paola Giannini e Tano Mongelli, ideatori ed interpreti dell’opera, guidati dalla regia di vogliono far riemergere, è il grande mito del varietà, genere che ha segnato la storia durante l’epoca d’oro della Radio Televisione Italiana,  rivisitato però in chiave assurda e demenziale.

Di li a poco memorabili cene d’altri tempi  tra rievocati personaggi storici, stacchi pubblicitari da far west ,riesumazioni di strane creature provenienti da epoche sconosciute e performances  canore a prova di bomba, il tutto presieduto dalla partecipazione di Socrate in persona, sfileranno sulla scena con il supporto musicale dalla band Tano e l’Ora d’Aria, riuscendo a traghettare gli  spettatori in una dimensione di risate in cui si corre un forte rischio di rimanerne intrappolati.

Non è facile infatti, risate a parte,  uscire indenni da questo spettacolo, soprattutto per quanto riguarda i contenuti portati alla luce. Sebbene il tutto potrebbe sembrare in prima apparenza molto delirante  ed a tratti quasi scurrile, in realtà il messaggio che la compagnia Misanderstendo vuole lanciare al pubblico, al contrario di quanto suggerirebbe il titolo dello spettacolo,  è quello di una profonda riflessione sulle principali problematiche che affliggono la nostra epoca,  prime tra tutte quelle dell’immigrazione e dell’integrazione razziale, utilizzando uno strumento alla portata di tutti: la comicità demenziale immersa nel l’impianto del varietà televisivo.  Ma attenzione, il modo in cui vengono sviscerate potrebbe essere, in alcuni punti, talmente freddo e tagliente da farvi quasi vergognare di aver acquistato il biglietto.

Se quindi ancora non avete avuto occasione di farvi travolgere dallo stralunato pianeta di Contenuti Zero Varieta  non disperate, avete ancora a disposizione altre quattro imperdibili occasioni.

Vedi il trailer

Contenuti Zero Varieta
Teatro Leonardo Via Andrea Maria Ampere 1

16 gennaio  Unoacaso
30 gennaio  Leduetorri
13 febbraio Itremoschettieri
27 febbraio Iquattroformaggi
13 marzo    Lecinqueterre
27 marzo   Iseicomandamenti
17 aprile    isettesamurai

Biglietto unico intero 15 euro. Arci e Scuole di Teatro 10 euro. Abbonamento Contenuti Zero Varieta

 

Rispondi