Teatro Franco Parenti – Milano: annunciata una ricca e impegnativa nuova Stagione 2020- 2021

Il Teatro Franco Parenti di Milano il 20 ottobre, con una conferenza stampa tenutasi in presenza e non online, come ormai sempre più  si usa fare, ha presentato in Sala Grande il suo cartellone di spettacoli  per la Stagione 2020-21 che comprende 50 titoli per accompagnare il suo pubblico fino a giugno 2021. Poi, così come è accaduto la scorsa estate, ci saranno tante iniziative perchè si sa che il Parenti è una fucina che non si ferma mai. Ci è riuscito il Covid a farlo fermare, ma è anche stato il primo teatro a ripartire in vari modi, sia con gli spettacoli all’aperto nella splendida Arena dei Bagni Misteriosi, che con il tour del camion- palcoscenico, che ha portato il teatro in piazze e paesi della Lombardia, anche sui luoghi della sofferenza a causa della pandemia.

Deus  ex machina di tutto è Andrée Ruth Shammah, che non ha certo bisogno di presentazioni, la quale instancabilmente si dona anima e corpo al suo teatro e con tutte le sue energie tesse, con passione, ma anche con tanta professionalità, i rapporti con le compagnie e gli artisti allo scopo di dare al suo pubblico una stagione di alta qualità culturale. Tra le altre cose è stato annunciato il gemellaggio con alcuni teatri, in particolare con il teatro Pergola di Firenze.

Alla conferenza stampa era presente l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, che nel portare i saluti del Sindaco Sala e dell’amministrazione comunale ha confermato il rinnovo dei finanziamenti  ai teatri convenzionati. Questa è stata una bella notizia, tra le tante negatività dovute agli effetti di questa pandemia, che continua a minacciare l’economia e il mondo dello spettacolo in particolare.

Nel corso della conferemza sono stati evidenziate le difficoltà del teatro dovute alla paura del pubblico, al numero di posti limitati per la sicurezza e ora anche alle limitazioni di orario dovute alla nuova ordinanza regionale che sta per essere varata. Da settimane, sui social, la Shammah continua a sottolineare che il teatro è  un luogo sicuro e  in conferenza ha sottolineato, con forza, questo aspetto, perchè la fiducia nelle regole imposte dalle istituzioni è alla base di tutto e non bisogna assolutamente farsi prendere dalla paura che ci bloccherebbe, mentre i numeri  di questa estate ci dicono che nel pubblico c’è, per fortuna, voglia di evadere, di cultura e di divertimento. Questo miracolo lo può fare solo il teatro.

Il concetto di sicurezza dibattuto dalla direttrice artistica Shammah è stato confermato e avvalorato oltre che dall’assessore Del Corno anche da Stefano Bruno Galli,  assessore alla Cultura della Regione Lombardia.

Ed è proprio interpretando i desideri del pubblico che è stata approntata una nuova stagione teatrale che spazia su diversi generi per accontentare tutti i gusti e si articola in  quattro sezioni:

CAMPO APERTO
una rassegna che attraverserà tutta la stagione 2020-21 del Teatro Franco Parenti, in cui sono presenti compagnie note e meno note, ma soprattutto giovani. Qualche spettacolo della rassegna sono già andati in scena: come “Pandora“, “Opera Panica XL” e “Un poyo rojo“, che è stato rinviato per difficoltà legate all’ermergenza sanitaria.  Ne seguiranno tanti altri fino a giugno, tra cui il debutto di oggi con Valentina Picella,  “Fammi un’altra domanda”  che  rimarrà in scena fino al 31 ottobre, a cui seguirà la  ” La banca dei sogni” dal 31 ottobre al 6 novembre.

IN PRIMA PERSONA
un contenitore di monologhi che vedranno sul palco “Locke” con Filippo Dini, “Smarrimento” con Lucia Mascino, “Se non ci pensa Dio ci penso io” con Gene Gnocchi, “GIOBBE” con Roberto Anglisani, “Deo ex macchina” con Antonio Cornacchione, “Emily Dickinson Vertigine in altezza” di Valeria Moretti, “Io e Pirandello” di e con Sebastiano Lo Monaco ed altri ancora fino al 23 marzo 2021.

INCONTRI  – Frammenti di discorsi amorosi
affronterà il tema dell’amore visto da vari aspetti e a darne una dimostrazione pratica saranno proprio i protagonisti che parteciperanno, perchè lo faranno per amore del teatro e non saranno retribuiti per la loro prestazione. A dare il via domenica 25 ottobre sarà Haim Baharier che parlerà sull’amore per la Torah- Seguiranno Gioele Dix, Cacciari, Cantarella, Recalcati.  A questi seguiranno tre incontri “Digiovedì” sui temi letteratura, arte e storia, in collaborazione con TheItalian LiteraryAgency, a cui parteciperanno Stefano Allevi, Benedetta Tobagi, Roberto Mercadin.


RISCOPRIRE CERTEZZE
16 titoli di prosa che saranno proposti da ottobre a giugno, a partire dal 22 ottobre con il debutto di Filippo Timi e Lucia Mascino in “Promenade de santé” con la regia di Giuseppe Piccioni, seguito da “LA STORIA” ispirato a Elsa Morante dal 3 all’8 novembre, “IO SARAH, IO TOSCA”, con Laura Morante dal 10 al 20 dicembre, “IL ROMPIBALLE” con Paolo Triestino, Nicola Pistoia dal 29 dicembre al 10 gennaio 2021 e tanti altri fino a giugno 2021.

Per ogni altra notizia sul programma, orari e prezzi degli spettacoli, che verranno presentati in prossimità del debutto sulle nostre pagine, è possibile consultare il sito www.teatrofrancoparenti.it 

Ma statene certi che nel frattempo nasceranno altre iniziative messe in campo dalla fervida mente di Andrée Ruth Shammah, a cui va il nostro ringraziamento per il suo impegno che non trova sosta.

 

Rispondi