Carrozzeria Orfeo: un video al giorno di ‘Prove generali di solitudine’ dal 4 novembre

MANTOVA – Carrozzeria Orfeo rilancia, con una nuova iniziativa, il fortunato progetto “Prove Generali di Solitudine”, il Concorso di scrittura teatrale aperto a tutti, ideato e promosso durante il lockdown, realizzato con il patrocinio di Fondazione Cariplo e il sostegno di Marche Teatro, Teatro dell’Elfo, Teatro Bellini di Napoli, Teatro Nazionale di Genova, in collaborazione con PAC Paneacquaculture.net.

Il titolo del Concorso, data la situazione attuale, pare essere purtroppo ancora molto attuale. Proprio per questo, e per cercare di affrontare insieme ancora una volta questo momento difficile, Carrozzeria Orfeo ha pensato di ridare nuova visibilità ad alcuni dei testi pervenuti al Concorso selezionandone 50 tra i migliori, estrapolandone i passaggi più interessanti (comici o drammatici) da condividere online. Una volta selezionati gli estratti, sarà chiesto agli autori di leggerli o interpretarli in totale libertà producendo un breve video che la Compagnia pubblicherà, uno al giorno, a partire da mercoledì 4 novembre, sui propri canali social e su quelli dei partner coproduttori.

Un modo per restare attivi in questo tempo sospeso con la chiusura dei teatri e per dare visibilità al ricco patrimonio che nei mesi scorsi è stato prodotto.

IL CONCORSO
L’iniziativa, nata nel periodo del lockdown, accolta con grande attenzione, ha saputo intercettare vari pubblici non solo teatrali, rispondendo a un bisogno diffuso.

Questi i numeri: circa 2000 i  testi ricevuti nelle 4 fasi del Concorso con cadenza bisettimanale nell’arco di 3 mesi (da maggio a luglio), 4 le parole (contagio, complotto, solitudine, #andràtuttobene), alle quali è stato chiesto agli autori di ispirarsi per la scrittura del testo, 12 i vincitori per un montepremi complessivo di 4000 Euro, 4 i presidenti di Giuria (Luca Zingaretti, Vinicio Marchioni, Paola Minaccioni, Lino Guanciale), 10 i componenti di Giuria, 4 dirette sul Canale ITGV di Instagram per le Premiazioni di ciascuna finale.

Carrozzeria Orfeo ha voluto con il progetto contribuire attivamente all’emergenza che il mondo della cultura – il primo a fermarsi – si è trovato ad affrontare, un settore particolarmente sofferente e di cui ancora in quel periodo non si conoscevano i tempi di riapertura e le nuove modalità di partecipazione agli spettacoli.

Un modo per mantenere vivo il contatto con il pubblico, con i colleghi, gli operatori del settore e, più in generale, con la cittadinanza in un momento in cui il linguaggio teatrale era impossibile da praticare. 

Ogni due settimane, Carrozzeria Orfeo ha proposto ai partecipanti una parola chiave inerente all’emergenza sanitaria in corso e sulla quale gli autori erano chiamati a scrivere un monologo di massimo quattro pagine ispirandosi alla forma della stand-up comedy: contagio, complotto, solitudine, #andràtuttobene. Il materiale è stato valutato da una Giuria formata dagli attori e dai collaboratori di Carrozzeria e presieduta di volta in volta da una personalità del mondo dello spettacolo.

Questi i titoli e i nomi dei 12 vincitori: “Nun se potremo più passà ‘e canne” di Francesco Michele Laterza, 36 anni, attore, performer, insegnante pugliese; “La guerra umida” di Chiara Bonome, 31 anni, romana, e Mattia Marcucci, 30 anni, viterbese, entrambi attori, registi e sceneggiatori; “La peggiore apocalisse di sempre” di Rodolfo Ciulla, 28 anni, palermitano, lavoratore a chiamata; “Il complotto dei tramezzini al salmone” di Emanuele Tumolo, nato a Cesena, attore; “E affanculo pure Microsoft” di Maurizio Capuano, classe 1986, attore, autore, stand up comedian di Napoli; “Volevo solo fare colazione” di Marco Evangelista, classe 1986, ingegnere di Napoli; “21.ooo followers di solitudine” di Sofia Gottardi, 24 anni, disoccupata, di Arzignano; “S0letico” di Lorenzo Avola, 32 anni, di Palermo, autore tv; “La festa delle lische” di Lucio Pol, contadino di 63 anni, nato a Montebelluna; “Plexiglas” di Riccardo Crivellaro, 25 anni, romano, libero professionista; “Maicol Sugo” di Giorgio Martignoni, 57 anni, di Varese, autore di libri per ragazzi; “Mamma, Alberto, Manolo e io” di Simone Corbisiero, 32 anni, attore di Potenza.

I testi vincitori (e alcuni finalisti) di ciascuna fase sono stati pubblicati sulla rivista online PAC Paneacquaculture.net che ha creato anche il #PACVOTO, un sondaggio rivolto ai lettori che hanno avuto potuto esprimere le proprie preferenze ai testi pubblicati. I vincitori delle 4 fasi sono stati: Francesco Petruzzelli con CON-DILEMMAMaurizio Capuano con “E affanculo pure Microsoft!”, Matteo Cirillo con “Meglio soli che a Busalla” e Serena Guardone con “La nostra favola” che  si è aggiudicata il Premio e che ha partecipato all’evento online conclusivo del progetto insieme ad una rappresentanza della Compagnia e della rivista.

Per informazioni Associazione Carrozzeria Orfeo
Sede Legale: via Cesare Boldrini, 1 – 46100 Mantova (MN)
info@carrozzeriaorfeo.itwww.carrozzeriaorfeo.it), 10 i componenti di Giuria, 4 dirette sul Canale ITGV di Instagram per le Premiazioni di ciascuna finale.

 

Rispondi