Progetto DonneTeatroDiritti: dal 12 marzo in streaming una serie di incontri, racconti e spettacoli a cura di PACTA . dei Teatri

Dal 12 marzo il Progetto DonneTeatroDiritti ripensa la sua forma e presenta incontri, racconti e spettacoli, visibili in rete attraverso il sito www.pacta.org, il canale YouTube di PACTAdeiTeatri SALONE e la pagina Facebook del teatro 

Lo storico progetto DonneTeatroDiritti arriva alla sua XI edizione in una forma tutta particolare, in un momento tutto particolare e diventa DtD 2021 – Diritti al tempo del Covid.

Il progetto di PACTA . dei Teatri nasce con l’obiettivo di mettere in evidenza l’attualità del pensiero di donne e uomini straordinari, punto di riferimento nella cultura dell’emancipazione e delle libertà, ma anche di ritrovare il filo rosso lungo un percorso che parla di violenza e ingiustizia verso i più deboli, di disuguaglianze sociali ed economiche, di dignità e diritti di popoli e individui. Proprio in questo momento faticoso, dominato dalla pandemia, forte è la necessità di esserci, di parlare, riflettere e far sentire la voce di chi non ha diritti, anche se in una maniera tutta nuova e così il Progetto cambia forma presentandosi in rete, a partire dal 12 marzo e lungo tutto il mese, attraverso il sito internet www.pacta.org, il canale YouTube di PACTAdeiTeatri SALONE e la pagina Facebook del teatro.

Il momento che stiamo vivendo, – spiega Annig Raimondi, curatrice del progetto – condizionato dalla pandemia Covid-19, ci ha scaraventato in un mondo complesso e assolutamente nuovo, dove tutte le professioni giocano un ruolo chiave nella tutela dei diritti fondamentali dei soggetti cosiddetti ‘fragili’ della società: bambini, adolescenti, anziani, donne, immigrati e disabili, e nelle scelte per la promozione del benessere collettivo. È da questo nuovo mondo che partiamo per una riflessione sui mutamenti culturali e sociali in atto. Vogliamo condividerli attraverso differenti punti di vista e possibili soluzioni. È il nostro modo di raccontare che c’è sempre una realtà in prospettiva”.

Il programma
Il progetto si apre i12 e 13 marzo alle ore 20 con uno spettacolo in streaming, FERMENTI LATTICI, di Giovanna Biraghi, Ester Palma, Monica Pariante, produzione Cad – Compagnia Attori Doppiatori, mette in scena una colorita schiera di donne tra liti, amicizie, amori e ostacoli rocamboleschi. 

Ci saranno poi due talk coordinate da Annig Raimondi in diretta streaming: lunedì 15 marzo alle ore 20 sarà presentata una talk sul problema dell’emigrazione: Cammino, frontiere, bisogni e sogni. Lo spazio fisico del diritto”, con Ileana Alesso, avvocata, amministrativista, Presidente FronteVerso NetworkPaola Regina, avvocata, internazionalista, difensore Diritti Umani, Gianluca Riggi, Black Reality/Semi Volanti Teatro Furio Camillo Roma. Coordina Annig Raimondi. Mentre mercoledì 24 marzo alle ore 20.00 una talk con a tema la famiglia: La Famiglia: risorse e fragilità per donne e minori”, con Armando Cecatiello, avvocato del diritto di famiglia e fondatore di Soccorso Rosa Onlus, Maddalena Mazzocut-Mis, docente universitaria e autrice, Marta Maria Nicolazzi, sociologa.

Le due talk saranno trasmesse anche in contemporanea e live su Twitch:

https://www.twitch.tv/pacta_deiteatri

Verranno presentati i contributi video di artisti che dovevano partecipare in presenza alla stagione, sempre parte del progetto DonneTeatroDiritti, che resteranno disponibili online per l’intera durata delle giornate in cui sono programmati: 

Marcoledì 17 marzo sarà visibile C’E’ UN TEMPO, un contributo video nato per i 20 anni del progetto ‘Personae’, dedicato a giovani adulti diversamente abili e realizzato con la regia di Daniele Tommaso, raccogliendo estratti dallo spettacolo “C’è un tempo”, della Compagnia XE, coreografia Julie Ann Anzilotti, momenti di prove e riflessioni sul tempo, oltre a incontri di laboratorio onlineVenerdì 19 marzo segue MILEVAcontributo video sullo spettacolo con Ksenija Martinovic e Mattia Casson, produzione CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia sulla storia di Mileva Mari´c, la donna scienziata, prima moglie di Albert Einstein, ma anche la prima donna ammessa al corso di fisica al Politecnico di Zurigo. Domenica 21 marzo viene presentato il contributo video su IL CANTO DI PENELOPE da “The Penelopiad” di Margaret Atwood testo da cui Penelope racconta delle vicende dell’Odissea, di se stessa e del suo essere un paradigma universale della condizione femminile.

Mentre il contributo su RAGAZZE DI VETRO venerdì 26 marzo parla dello spettacolo nato a partire dal romanzo “La campana di vetro” e altri materiali di Sylvia Plath, adattamento di Maddalena Mazzocut-Mis e Sofia Pelczer, sulla vita di due ragazze in lotta contro la depressione. In attesa del 20 aprile, data in cui lo spettacolo dovrebbe essere presentato dal vivo al PACTA SALONE, domenica 28 marzo sarà visibile il contributo video di presentazione per L’INFINITA SPERANZA DI UN RITORNO, vita e poesia di Antonia Pozzi di e con Elisabetta Vergani su uno dei casi letterari più rilevanti degli ultimi decenni. 

Chiude il Progetto in presenza o streaming, a seconda delle direttive sanitarie, dal 29 al 31 marzo 2021 ARIANNA Il suon de’ bei lamenti la rilettura musico-teatrale moderna dell’antico mito di Arianna, musa di Monteverdi e De Chirico. Una riflessione sulla solitudine umana contemporanea, produzione Canone Inverso.

Tutti gli appuntamenti trasmessi in rete attraverso il sito www.pacta.org, il canale YouTube di PACTAdeiTeatri SALONE e la pagina Facebook @pactasaloneviadini

saranno gratuiti ad eccezione degli spettacoli in streaming 

per cui è richiesto un biglietto simbolico di €6 acquistabile dal sito www.pacta.org  o degli spettacoli in presenza, se sarà possibile, 

per cui verrà richiesto il pagamento dell’ingresso sempre acquistabile dal sito www.pacta.org 

 

Rispondi