Store Talking di Le Gru: dal 7 maggio online l’intervista n°21 con Danilo e Jessica Trento

21 storie in otto mesi. Doppia la seconda decina il progetto Store Talking di Le Gru, il video racconto che ha per protagonisti i lavoratori di Le Gru con le storie personali e professionali che compongono un intreccio per onorare il lavoro e difendere la professionalità di ognuno facendoci riflettere, emozionare e a volte anche sorridere.

Dal 9 ottobre 2020 le interviste pubblicate sui social e sul sito di Le Gru raccontano in pochi minuti e una volta alla settimana amori, amicizie, passioni e sogni, racconti di famiglie numerose o di paesi lontani. Storie di chi ogni giorno arriva a Le Gru e prende servizio in uno dei 180 negozi o in uno fra i 25 bar e ristoranti, oppure negli uffici della direzione o come addetto alla sicurezza, alle pulizie o alla manutenzione. Grazie a questo patchwork di talk si dipinge un affresco di umanità preziosa che non si lascia abbattere dalle difficoltà del momento, ma anzi investe sul proprio lavoro e continua a coltivare un mondo fatto delle mille sfumature che rendono ognuno speciale.

582.000 persone hanno visto e condiviso le loro storie, generando più di 43.000 interazioni, con una media di oltre 30.000 visualizzioni per ognuno dei video. Numeri importanti, che hanno reso questa campagna di comunicazione un vero e proprio case history nel mondo del retail nazionale e internazionale.

Il progetto social di Le Gru continua e da venerdì 7 maggio è online il 21° talk: il racconto di Danilo e Jessica Trento. Padre e figlia presentano con orgoglio i due negozi Mondian’s a Le Gru. Il primo, più classico, è il regno di papà Danilo: aperto quasi in contemporanea alla nascita del Centro Commerciale ha una proposta classica e raffinata. Le due sorelle Jessica e Desy, invece, hanno dato al punto vendita Mondrian’s The Bridge un tocco più moderno grazie a una costante ricerca di proposte e brand sempre nuovi. In negozio c’è sempre anche Polly, simpaticissima bulldog francese, responsabile dell’accoglienza dei clienti e dell’intrattenimento di mariti e bambini mentre le signore sono occupate con lo shopping. Fuori da Le Gru la vera passione di Danilo è il suo orto, così bello da meritargli i complimenti di tutto il vicinato! Jessica, che da ragazzina ricorda la prima volta a Le Gru impressionata da luci, enormi corridoi e scale mobili oggi è una mamma impegnatissima: l’unico “momento di libertà” sono le passeggiate al parco con Polly!

GUARDA IL VIDEO!

La prima storia raccontata è stata quella di Felice che aprendo il suo negozio ha cambiato la propria vita e che oggi è anche il Presidente del Consorzio che raggruppa tutti i commercianti di Le Gru; Stefania che lavora in farmacia e ama la buona cucina e i grandi viaggi; Simon che arriva dalla Cina ed è oggi un imprenditore di successo capace di trasmettere passione per il lavoro in un ragazzo come Luca. C’è la storia di Antonio che si allena in palestra con il crossfit, non vede l’ora di tornare a casa dal piccolo Romeo e con i colleghi di lavoro si sente parte di una squadra; Simona che dopo aver partecipato a Sanremo Giovani si gode le amicizie e gli affetti costruiti in sedici anni di lavoro nel Centro e sogna di scrive un libro. C’è la storia dei Parisi costruita dentro il bar di famiglia, fra i viaggi e i balli caraibici dei genitori e la voglia di musica lounge dei figli; la passione di Daniele per le moto e quella voglia di bellezza e natura che lo ha reso un volontario ecologico; c’è Paola che ha un ruolo di responsabilità in un grande negozio e una community virtuale come foodblogger e fotografa. C’è la storia di Simone che dietro il bancone del bar serve caffè cappuccini e consigli, c’è Siham di origine marocchina, che un giorno passeggiava con la zia a Le Gru, ha visto un cartello di ricerca del personale e oggi accoglie i clienti alla cassa con gli occhi che sorridono. Le sorelle Conrotto hanno raccontato la storia del successo nel mondo dei gioielli di un’intera famiglia sbarcata a Le Gru con due punti vendita; Giacomo è un trentaduenne che è cresciuto con i nonni e da loro ha imparato dai nonni la passione per l’impegno e il lavoro, ma continua a coltivare anche quella per il calcio e, perché no, per il Fantacalcio! Ilaria, invece, dopo aver lavorato per il cinema e la moda, ha realizzato il suo sogno diventando una make up artist in una prestigiosa catena internazionale. C’è la storia di Matteo che ha fatto dello sport la sua vita, prima come atleta e poi come responsabile vendite di uno store di articoli sportivi, quella della biondissima Jessica, una vita sul palcoscenico come show girl e una carisma che conquista le clienti del negozio di biancheria dove lavora, o di Simone, un vero appassionato di fantasy, cosplayer per diletto, esperto di fai da te, e perfetto sale assistant nel negozio dei più famosi mattoncini colorati del mondo; Manolo invece arriva dalla Colombia, e lavora a Le Gru come operaio specializzato per l’igiene e la pulizia nel tempo libero è anima di una squadra di calcio “specializzata” in solidarietà; Barbara espone frutta e verdura in un grande supermercato e anche i quadri che dipinge con grande passione sperando di poter ritornare a viaggiare in giro per l’Italia e il mondo. Non poteva mancare, fra queste storie, quella di Roberto: dagli uffici della direzione di Le Gru, facility manager, forte di tante esperienze e della sua carica di umanità, garantisce che non ci siano intoppi nella complessa organizzazione del Centro Commerciale. Il ventesimo appuntamento con Store Talking è stato quello con Arianna che, da vera appassionata di libri, aiuta le persone a leggere meglio come addetta alle vendite di un negozio di ottica!

 

Rispondi