Museo del Saxofono: ‘Fai bei suoni’, una rassegna di 10 eventi con oltre 40 artisti

Un ciclo di 10 eventi che vedrà protagonisti oltre 40 artisti tra i più rinomati del jazz e della classica: questo il programma della seconda edizione della rassegna estiva “Fai bei suoni” che vede il ritorno costante ai concerti live del Museo del Saxofono di Fiumicino. Molti i nomi che si alterneranno sui palcoscenici del museo: dalla tromba di Michael Supnick al clarinetto di Luca Velotti, dai ruggenti sax di Fabiano Pellini e Giorgio Cuscito a quello fascinoso di Alessandro Miceli, vincitore del Concorso Nazionale R30 SaxContest, dal duo dei fratelli Camilletti a quello di Alberto Laurenti e Nadia Natali.

Un programma che spazia dagli esperti del jazz ai giovani talentuosi della classica, con una sortita anche nella tradizione musicale romana. Spettacoli sempre ricchi di suggestioni e di qualità, per un’estate di rinascita sotto le stelle, anche gustando un’ottima apericena in piacevole compagnia… 

Il nome della rassegna parafrasa il titolo del famoso libro “Fai bei sogni” di Massimo Gramellini, “un libro dedicato a chi nella vita ha perso qualcosa, un amore, un lavoro, un tesoro e si è smarrito…” ma che poi, dopo una lotta incessante, ha saputo riconquistare la serenità. Nello stesso modo tutti noi, nel periodo del lockdown, abbiamo perduto abitudini, tranquillità, lavoro ed addirittura amici cari. Svuotati ed impotenti, sopraffatti da ansia, depressione, sconcerto e paura per l’incertezza del nostro futuro ci siamo profondamente smarriti. Ma la musica ci ha aiutato a mantenere il filo dei nostri contatti, con gli altri e con le nostre emozioni. Musica e bellezza condividono lo stesso segreto, parlano vibrando al nostro corpo, non solo alla nostra mente. Tutto in natura è vibrante, come uno strumento musicale, e le vibrazioni allentano tensioni, rilassano ed energizzano. Il nostro corpo è una cassa di risonanza che crea armonie e dissonanze ed intreccia note, emozioni, memoria ed identità.

“Fai Bei Suoni” intende quindi celebrare, ancora una volta, il “riavvio” alla normalità anche attraverso la potenza e l’importanza delle arti, perché una vita senza musica è solo una vita sbiadita…

Gli spettacoli, gestiti ed organizzati nel pieno rispetto di tutte le normative anti-covid, prevedono un ingresso con prenotazione obbligatoria. La prevendita è sul sito liveticket o chiamando i numeri 06 61697862347 5374953. I concerti del sabato, nel giardino esterno, saranno dedicati al jazz, la domenica, nella sala interna, destinati alla classica.

Alle ore 20.00, prima dell’inizio degli eventi, è prevista un’apericena d’intrattenimento facoltativa.

 

Rispondi