Teatro Elfo Puccini: ‘Sono solo nella stanza accanto’, in scena dal 28 giugno al 2 luglio

28 giugno – 2 luglio – sala Bausch
Sono solo nella stanza accanto
regia Giacomo Ferraù
drammaturgia Tobia Rossi
con Edoardo Barbone e Eugenio Fea
assistenti alla regia Ilaria Longo, Giulia Viana
realizzazione scene e disegno luci Giuliano Almerighi
paesaggi sonori Danilo Randazzo
organizzazione Elisa Binda

Coproduzione Eco di fondo / Compagnia Caterpillar

Il terzo appuntamento della rassegna Nuove storie 2021 parte, come i precedenti, da un preciso episodio di cronaca per aprire e allargare lo sguardo sulle contraddizioni e le urgenze del presente. Un lavoro che vede collaborare due compagnie milanesi indipendenti che hanno nel loro DNA l’attenzione ai temi civili e sociali.

Due gamer adolescenti iniziano a sospettare che un loro compagno di gioco on line, assente da troppo tempo, sia il ragazzo suicida di cui parlano tutti i media.

Il dubbio li porta a scoperchiare botole nere ma anche a cercare un contatto più intimo e diretto con l’altro, pur non essendosi mai visti, protetti dagli avatar e da un mondo virtuale chi si rivela mostruosamente simile a quello reale.

Il 23 febbraio 2018 il diciassettenne Michele Ruffino si getta da un ponte nei pressi di Torino. Il ragazzo, affetto da una lieve disabilità fisica, veniva definito dai compagni di scuola ‘storpio’, ‘zoppo’, ‘sfigato’. Le umiliazioni, le continue vessazioni, le torture psicologiche hanno alimentato le fiamme del palazzo della sua esistenza, fino a renderlo invivibile.

Lo spettacolo indaga le reazioni di una comunità di adolescenti, una classe di una scuola superiore sconvolta dalla notizia di una morte così brutale e improvvisa. Come impatta questa perdita sui ragazzi, come sono vissute colpe e responsabilità e soprattutto come influisce una morte scioccante sulle dinamiche di bullismo ancora (per sempre?) in corso.

LA COLLABORAZIONE ECO DI FONDO / CATERPILLAR
Dopo i successi di Tamburi nella Notte, regia di Francesco Frongia e assistente alla regia Giacomo Ferraú e Martiri, regia di Bruno Fornasari, nel 2018 nasce la Compagnia Caterpillar: un gruppo di attori diplomati nel 2017 all’Accademia dei Filodrammatici con medaglia d’oro.

Il lavoro della Compagnia Caterpillar, che tratta tematiche sociali e mette al centro storie di giovani, credendo nella cultura come forma di intervento nella società, incrocia subito il lavoro di Eco di Fondo, il suo sguardo sulla contemporaneità e vocazione al teatro civile, sia nella sensibilità artistica che nelle pratiche di lavoro. Ne sono testimonianza il ruolo svolto da Ilaria Longo come sostituta di Giulia Viana nello spettacolo Pollicino; la partecipazione di più membri di Caterpillar alla produzione Eco di fondo La Notte di Antigone.

INCONTRI

  • Lunedì 28 giugno a fine spettacolo, focus sul caso di Michele Ruffino: interviene la madre di Michele (presente tra il pubblico insieme alla famiglia) e lo psicologo Andrea Donati.
  • Mercoledì 30 a fine spettacolo, focus sul cyberbullismo: interverranno Ivan Ferrero, cyber psychologist, ed Elena Ferrara, promotrice e prima firmataria della legge 71/17  “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo” (prima legge in Europa sul fenomeno del cyberbullismo).

Teatro Elfo Puccini, sala Bausch – corso Buenos Aires 33, Milano – Dal lunedì al venerdì ore 19.30 – Intero € 22, ridotto 17,50 – Info e prenotazione: tel. 02.0066.0606, biglietteria@elfo.org

 

Rispondi