Cookies the Musical, il 1° luglio debutta allo spazio BOAT – Bologna Open Air Theatre

Debutta il 1 luglio presso lo spazio BOAT – Bologna Open Air Theatre – il musical inedito Cookies, su libretto e liriche di Stefano Bonsi e musiche di Lorenzo Vacchi due giovani bolognesi che, con la consulenza drammaturgica di Gianni Marras, portano in scena la storia sui biscotti più famosi al mondo. Cookies è il secondo titolo della IX edizione di A Summer Musical Festival con la direzione artistica di Shawna Farrell.

Lo spettacolo è diretto da Mauro Simone, con le coreografie di Andrea Verzicco, la direzione musicale di Lorenzo Vacchi e con l’aiuto regia di Francesca Taverni.

Shawna Farrell – vocal coach dello spettacolo – e la BSMT Productions, hanno voluto offrire il palco del Festival dimostrando ancora una volta la voglia di sostenere i giovani talenti appassionati del teatro musicale.


L’idea di Cookies the Musical nasce nel 2013 un po’ per gioco dalle menti di Stefano Bonsi e Lorenzo Vacchi, giovani bolognesi che scrivono uno spettacolo liberamente ispirato alla vita di Ruth Graves Wakefield e del marito Kenneth che negli anni ’30 a Whitman, un piccolo paese del Massachusetts non troppo distante da Boston, inventò i “Chocolate Chip Cookies”, i famosi biscotti americani con le gocce di cioccolato, ad oggi forse il dolce più famoso del mondo.

La storia è ambientata nell’America degli anni ’30 e il regista Mauro Simone si è ispirato ai quadri dell’illustratore americano Norman Rockwell per rendere scenicamente il periodo storico in cui si svolge la vicenda, attingendo al realismo romantico del pittore che si riflette anche nella scelta dei costumi.

Il messaggio che il regista trasmette è che il musical, una commedia divertente e adatta a tutti, tocca anche il cuore del pubblico: Cookies è infatti la storia di una donna che è veramente esistita, una donna con un’idea, che ha creduto in sé stessa e con determinazione e coraggio è riuscita a realizzarla. Una donna che è andata contro-controcorrente: in un periodo storico in cui incalzava l’emancipazione femminile, Ruth – alias Daisy Gray sulla scena – ha scelto di rimanere una “donna ai fornelli” seguendo la sua passione, contro il parere della famiglia e di quanto accadeva attorno a lei e questa passione la porta a diventare famosa in tutto il mondo.

Andrea Verzicco ha creato un linguaggio coreografico cercando di parodiare in modo divertente i cliché coreografici del musical. I vari quadri ripropongono movenze e passi tipici degli anni ’30, anche se rivisitati in chiave moderna. Le coreografie tendono a sottolineare quanto viene espresso nel testo dello spettacolo esaltando soprattutto i bellissimi pezzi corali.

Le musiche, tutte originali, partono proprio dall’America dei primi del novecento con influssi del jazz, swing, fino alla musica classica. Lo spartito ammicca alla Broadway classica, per guardare avanti a uno stile compositivo più contemporaneo.

TRAMA:
Il 1° giugno 1932 alla Johnson School, università economica di Franingham, si tiene la grande cerimonia delle lauree. Tutti gli studenti sognano la loro prossima carriera da economisti, commercialisti e notai. Tra loro, però, c’è una ragazza che ha in mente un futuro diverso.

Negli anni ’30 in cui il femminismo sta prendendo piede e la figura della donna inizia ad acquisire il rispetto che merita, Daisy Grey sogna di diventare una cuoca. Nessuno studio commerciale, niente scartoffie da firmare: quello che vuole è lavorare ai fornelli di una sua locanda.

In soli cinque anni, lei e suo marito Kevin riescono finalmente a coronare il loro sogno inaugurando il “Dake House Inn” nella cittadina di Whitman, a pochi chilometri da Boston.

Il grande concorso di Kitty Jones, la speaker radiofonica più famosa d’America, arriva fino alle orecchie dei neo-sposi, che decidono di partecipare, con la speranza di vincere per far fronte alle tante spese della loro locanda.

È proprio in occasione di quel concorso che Daisy, per pura casualità, prepara dei biscotti davvero strani: non hanno il cacao al loro interno, bensì delle gocce di cioccolato che scrocchiano sotto i denti.

Daisy non sa che quella ricetta cambierà non solo le sorti del concorso e della sua locanda, ma diventerà un vero e proprio mito culinario.

Lo spettacolo ha ricevuto il premio della critica al “Premio Italiano del Musical Originale” nell’aprile 2016, e la menzione speciale al concorso “Scintille” di TieffeTeatro e Fondazione Teatro Menotti Milano nel giugno 2016 ed oggi finalmente conosce il debutto sul palcoscenico.

Informazioni, aggiornamenti e curiosità sul sito ufficiale http://www.cookiesthemusical.it/

TEAM CREATIVO:
Libretto e liriche: Stefano Bons
Musiche: Lorenzo Vacchi
Consulente drammaturgico: Gianni Marras
Regia: Mauro Simone
Aiuto regia: Francesca Taverni
Direzione Musicale: Lorenzo Vacchi
Coreografie: Andrea Verzicco
Vocal Coach: Shawna Farrell
Costumi: Fabio Cicolani e Silvia Cerpolini
Light designer: Emanuele Agliati
Scenografie a cura di Alessandro Di Giulio

Date:
1-2-3 luglio 2021
Orario: 21.00
Prezzo biglietti (posto unico):
INTERO: 15 €
RIDOTTO (under 14): 5€
Location:

BOAT – Bologna Open Air Theatre

 

Rispondi