Premio Hystrio: conclusa la 30^ edizione con la premiazione al Teatro Elfo Puccini

Domenica 12 settembre 2021 il Premio Hystrio ha concluso la sua 30^ edizione al Teatro Elfo Puccini con un’emozionante serata spettacolo, introdotta da Claudia Cannella e Mario Perrotta, che hanno ufficialmente consegnato i premi di quest’anno.

Il Premio Hystrio ha festeggiato quest’anno la 30a edizione annullata nel 2020 a causa della pandemia. Forte della propria vocazione al talent scouting, vetrina per artisti esordienti e professionisti della scena, si è confermato luogo di incontro, scambio e ideale staffetta generazionale tra artisti già affermati e giovani, con i concorsi dedicati agli attori under 30 (Premio Hystrio alla Vocazione) e ai drammaturghi under 35 (Premio Hystrio-Scritture di Scena).

Dopo accurata valutazione dei 260 iscritti al Premio Hystrio alla Vocazione 2021, 40 di loro sono stati ammessi alle selezioni finali di Milano. In questa sede la giuria – composta da Fabrizio Caleffi, Claudia Cannella, Monica Conti, Veronica Cruciani, Filippo Dini, Jurij Ferrini, Andrea Paolucci, Mario Perrotta, Roberto Rustioni, Gilberto Santini, Serena Sinigaglia e Walter Zambaldi – ha deciso all’unanimità di assegnare il Premio Hystrio alla Vocazione 2021 a Maria Luisa Zaltron e Alessio Zirulìa e il Premio Ugo Ronfani, destinato ai più giovani partecipanti al Premio alla Vocazione con un percorso formativo ancora da concludere, a Chiara Stassi. La giuria ha poi deciso di assegnare una segnalazione a Simone Tudda.

La giuria del Premio Hystrio-Scritture di Scena – formata da Ferdinando Bruni (presidente), Federico Bellini, Laura Bevione, Fabrizio Caleffi, Claudia Cannella, Roberto Canziani, Sara Chiappori, Renato Gabrielli, Stefania Maraucci, Roberto Rizzente, Letizia Russo, Francesco Tei e Diego Vincenti – dopo lunga e meditata analisi dei 249 copioni in concorso, ha deciso, all’interno di una rosa di otto testi finalisti (Uccellini di Rosalinda Conti, Caini di Mario De Masi, Amore storto di Christian di Furia, Anna di Tommaso Fermariello, Elia Kazan. Una storia americana di Matteo Luoni, Omissis di Alessandro Paschitto, Tragedia automatica di Giuseppe Pipino, Edera di Giulia Trivero), di assegnare il Premio Hystrio-Scritture di Scena 2021 a Amore Storto di Christian di Furia.

La giuria ha poi deciso di segnalare Tragedia automatica di Giuseppe Pipino. Sono stati inoltre segnalati Edera di Giulia Trivero (segnalazione In Scena! Italian Theatre Festival New York); Uccellini di Rosalinda Conti (segnalazione PAV/Fabulamundi – Beyond Borders?); Anna di Tommaso Fermariello (segnalazione Situazione Drammatica/Il copione).

Credits fotografici  GABRIELE LOPEZ

 

Rispondi