A.R.T.S. come Arte, Racconto, Teatro e, ça va sans dire, Sushi – dal 12 novembre nel foyer del Teatro Arcimboldi

Roberto Okabe, chef patron di Finger’s, ha scelto un acronimo che rimanda alle affascinanti e secolari tradizioni del Sol Levante per battezzare la sua ultima creazione: il sushi bar che da venerdì 12 novembre arricchirà l’offerta di EATAM, la proposta gastronomica del TAM Teatro Arcimboldi Milano.

Cucina e teatro: un binomio antico nella cultura giapponese. Sul finire del XVII secolo era consuetudine che gli spettatori portassero agli spettacoli di Kabuki, una forma teatrale basata sulla danza e il canto, un cestino (il Bento) per il pranzo.

“Mi sono ispirato a un’antica usanza della cultura giapponese – spiega Roberto Okabe – per dare il nome a questo nuovo progetto. Anche la cucina è una forma espressiva, è racconto e condivisione.”

Affacciato sul luminoso e gigantesco foyer, Finger’s A.R.T.S (settantacinque posti a sedere) offrirà al pubblico i grandi classici che hanno dato vita all’inconfondibile e iconico stile Finger’s. Tartare, sashimi, carpacci, tempura, rolls, maki, uramaki, gunkan e nigiri: le creazioni dello chef nippo-brasiliano che per primo, oltre vent’anni fa, ha introdotto in Italia il sushi “fusion”, uniscono alla leggerezza e all’armonia della cucina giapponese i sapori e i colori di Brasile e Mediterraneo.

“La storia di Finger’s è fatta di incontri e contaminazioni – continua Okabe – un famoso proverbio giapponese dice che l’incontro fra le persone è dove tutto ha inizio… Sono onorato di portare la mia cucina in un luogo che vive di arti performative e cultura: insieme alla danza, alla musica e al teatro ora ci saranno anche le creazioni di Finger’s”.

Finger’s A.R.T.S., che seguirà la programmazione del TAM Teatro Arcimboldi Milano, è il luogo ideale per un gustoso aperitivo pre-spettacolo o per una cena stuzzicante a fine serata.

Dal 24 novembre sarà aperto anche a pranzo con la formula Bento press@mcsweb.it

 

Rispondi