Teatro Manzoni di Milano: in prima assoluta nazionale, ‘Dante e Giotto’ secondo Vittorio Sgarbi

Dal 23 al 28 novembre 2021 al Teatro Manzoni di Milano, CORVINO PRODUZIONI presenta DANTE GIOTTO, uno spettacolo di e con VITTORIO SGARBI – Musiche composte ed eseguite dal vivo da VALENTINO CORVINO
Violino, viola, oud, elettronica – Service tecnico Promoled – Allestimento a cura di Doppiosenso.

Lo spettacolo debutta al Teatro Manzoni in prima nazionale ASSOLUTA.

Vittorio Sgarbi  venerdì 12 novembre ha parlato del suo spettacolo, presentadolo alla stampa milanese a margine di una conferenza stampa, introdotta dal direttore del Teatro Manzoni, Alessandro Arnone, nella quale ha esordito dicendo: quest’anno Dante viene celebrato nel settecentesimo anniversario della sua morte e, in tutta Italia si fanno spettacoli sul Sommo Poeta, ma a nessuno  è venuto in mente di fare uno  spettacolo su  Dante e Giotto, per questo lo abbiamo voluto, per  fare le cose che altri non fanno! Lo stesso concetto lo aveva espresso poco prima il produttore, sottolineando come questo sia possibile realizzarlo solo con Sgarbi.

E’ evidente che a Vittorio Sgarbi non mancano certo gli argomenti per dialogare sull’arte e dopo aver esordito al Festival La Versiliana nell’estate 2015 con lo spettacolo teatrale “Caravaggio”, con sorprendenti salti temporali ha condotto il pubblico in un percorso illuminante dentro le viscere artistiche e sociali del Merisi. A quello spettacolo sono seguiti gli altrettanto fortunati “Michelangelo” (Stag.2017/18), “Leonardo” (Stag.2018/19) e “Raffaello (Stag.2019/20). Poi l’interruzione forzata dovuta alla pandemia.

Le magistrali performance di Vittorio Sgarbi, durante le quali riesce sempre a trovare un anello di congiunzione con la contemporaneità, hanno fin qui dimostrato come artisti antecedenti il nostro secolo abbiano fortemente inciso sul modo di percepire il quotidiano in cui siamo immersi e ora, con Giotto Dante, non vi è alcun dubbio  sarà ancora un ulteriore successo.

Il pubblico rimarrà ammaliato dall’inedita percezione, perchè  verrà stimolato, continuamente, dall’abile miscela del suo racconto, dalle immagini e dei suoni, che formano un’alchimia perfetta, nella quale l’indagine di Vittorio Sgarbi in questo caso segna un sorprendente cambio di rotta. Infatti questa volta ha raddoppiato i protagonisti mettendo al centro la figura di DANTE ALIGHIERI (Firenze 1265 / Ravenna 1321) in relazione paritetica con il coevo GIOTTO DI BONDONE (Colle di Vespignano 1267 / Firenze 1337).

Vittorio Sgarbi parlerà di Dante, come colui che inventa le immagini attraverso la parola, accostandole a quelle di Giotto che sono poesia e li metterà insieme, dando così immagini alle parole e viceversa. In queste immagini rivivranno Paolo e Francesca con il suo amore indissolubile e altri personaggi dell’Inferno e il Paradiso, creando un nesso con le immagini di Giotto in cui prendono vita San Francesco, il santo innamorato della povertà, oppure San Domenico, il paladino della fede o ancora l’intellettuale San Bernardo.

Lo farà alla sua sua maniera, intessendo inediti fili conduttori nello scambio Tra Dante con Giotto. Entrambi, due giganti e immensi attori di una nuova raffigurazione culturale all’alba del rinascimento: le opere di Dante e Giotto hanno condizionato i modelli stilistici, influenzato canoni filosofici, sociali e spirituali del tempo, giungendo  fino a noi come imprescindibili fondamenti ai quali facciamo quotidianamente  riferimento con la nostra esperienza.

Saranno due ore in cui non ci si potrà annoiare e voleranno veloci senza accorgesene, in cui non mancheranno le sue freccciatine e incursioni nei fatti di stretta attualità politica e sociale, come alle diverse cose, per lui inconcepibili, come la gestione della pandemia che stiamo vivendo.

E’ un occasione unica per accostarsi, in modo piacevole, all’arte attraverso le immagini accompagnate dalle musiche, rigorosamente dal vivo, create da Valentino Corvino, appositamete per i temi trattati da questo spettacolo. Per questo ve lo consigliamo vivamente e non vi pentirete della scelta.

BIGLIETTI
da martedì a venerdì
feriali ore 20,45 – domenica ore 15,30

Prestige € 35,00 – Poltronissima € 32,00 – Poltrona € 23,00 – Under 26 anni € 20,00

sabato e domenica
Prestige € 39,00 – Poltronissima € 35,00 – Poltrona € 25,00 – Under 26 anni € 22,00

 

Rispondi