Al via al Mi.Co. Milano Congressi la tre giorni della Cucina d’Autore: ‘Il Futuro è oggi’

Finite le festività Pasquali ecco affacciarsi alla ribalta la molto attesa 17° edizione del Congresso Internazionale di Cucina d’Autore, che si terrà nella città menghina da giovedì 21 a sabato 23 aprile 2022 al Mi.Co. Milano Congressi.

La grande kermesse ha la mission di alimentare il dialogo fra i professionisti della ristorazione attorno al tema “Il Futuro è oggi, focalizzando sulla  contemporaneità  e proponendo riflessioni e nuovi modelli di business  che strizzano l’occhio al futuro dove non ci pouò essere altro spazio  che per il cambiamento.

La tre giorni prevede oltre 100 relatori  e  90 masterclass, nelle 12 aree tematiche:

IL PROGRAMMA DELLE TRE GIORNATE

Giovedì 21 aprile
Nel corso della prima giornata, saliranno sul palco Federico Quaranta, conduttore radiofonico e televisivo, Eneko Atza, chef del ristorante Azurmendi nei Paesi Baschi, Nicola Perullo, filosofo e professore ordinario di Estetica e Prorettore dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, con Pietro Leemann, chef del Joia di Milano, Leopoldo Gasbarro, Direttore di Wall Street Italia e Marco Bizzarri, presidente e CEO di Gucci.

Venerdì 22 aprile
Per la seconda giornata sono attesi Jorge Martín, del Gruppo Dani Garcia, e Massimiliano Delle Vedove, alla guida di Smoked Bar a Madrid, recentemente premiato con Due Stelle Michelin. Protagonisti sul palco anche alcuni fra i più noti chef italiani: Carlo Cracco, Antonia Klugmann, Corrado Assenza, Moreno Cedroni insieme a Carlo Sebastiani (Da Sebastiani – Ortezzano), Domingo Schingaro che dialogherà con lo Chef De Caves di Veuve Clicquot Didier Mariotti, Paolo Brunelli e Matteo Casone, quest’ultimo scelto da Alain Ducasse per guidare La Glace Alain Ducasse, prima gelateria a Parigi firmata dal grande imprenditore francese, Victor Lugger, co-founder della catena Big Mamma, insieme ad Alberto Suardi, executive chef del gruppo, e Andrea de Michele, pizza executive chef; a concludere la giornata Matteo Metullio e Davide De Pra, recentemente premiati come migliori chef dalla Guida Identità Golose 2022.

Ma non è tutto, perchè, per il secondo anno consecutivo Agostino Perrone e Giorgio Bargiani, maestri del bere miscelato al The Connaught di Londra, che si è confermato anche nel 2021 Miglior Bar al mondo per The World’s 50 Best Bars.

Sabato 23 aprile
In fine ma non per questo ultimo, se non per il fatto che chiuderà in bellezza, la presenza dello chef del calibro di Massimo Bottura, Niko Romito, Riccardo Camanini, Enrico Bartolini, Matias Perdomo, Cristino Tomei, Richard Abou Zhaki e Pierpaolo Ferracuti, mentre la componente internazionale sarà ben rappresentata da un folto gruppo di relatori provenienti da diverse parti del mondo. Dal Perù c’è grande attesa per gli Chef Virgilio Martinez e Pia León, coppia nel lavoro e nella vita che a Lima guida Central e Kjolle (dove la León ha ottenuto il premio Miglior Chef Donna 2021 per la classifica 50 Best).

Dalla Spagna Dabiz Muñoz, chef Tre Stelle Michelin del DiverXo a Madrid, Eneko Atxa e Matteo Manzini, rispettivamente chef patron ed executive chef del ristorante Azurmendi in Biscaglia, Massimiliano Delle Vedove, alla guida di Smoked Room a Madrid, il comasco Simone Caporale, bartender al Sips di Barcellona, e Joxe Mari Aizega, general manager del Basque Culinary Center, mentre dalla Danimarca giungerà Søren Ledet, general manager e co-proprietario del tristellato Geranium a Copenaghen.

Le sorprese non finscono e saranno presenti anche i fuoriclasse che rappresentano all’estero l’eccellenza italiana: Michele Casadei Massari, chef e imprenditore di Lucciola che dal 2009 vive e lavora a New York dove è oggi uno degli executive chef più ricercati.

Spazio anche al mondo dell’ospitalità con gli interventi di Salvatore Pagano, General Manager del Savoy Beach Hotel di Paestum, e Alcide Leali, CEO del gruppo Lefay Resort & Residences.

LARGO AI GIOVANI
Nel corso della 17° edizione del Congresso non mancheranno novità e assolute anteprime. Tra queste, il debutto del panel “Il futuro è loro”, interamente dedicato ai giovani su cui Identità Golose ha deciso di scommettere: per due giorni consecutivi, si alterneranno sul palco 18 giovani toque italiani e internazionali.

“Il futuro è loro” si aprirà giovedì 21, con la masterclass di Benedetto Rullo, Lorenzo Stefanini e Stefano Terigi, alla guida del Giglio a Lucca; a seguire i tre fratelli Izzo, Emanuele, Valerio e Maicol, che conducono l’insegna familiare a Castellammare di Stabia, Piazzetta Milù. Toccherà poi ad Antonio Ziantoni, chef patron del ristorante Zia a Roma.

Nel pomeriggio salirà sul palco Zineb Hattab, che dal mondo informatico è arrivata a quello della cucina d’autore e oggi è alla guida del ristorante vegano Kle a Zurigo; a seguire Pierluigi Fais, chef di Josto a Cagliari. In chiusura, Christian Mandura di Unforgettable, recentemente premiato con la stella Michelin.

Mnete venerdì 22 aprile, la sessione “Il Futuro è loro” sarà aperta da Alessandro e Filippo Billi, gemelli alla guida, rispettivamente in cucina e in sala, di Osteria Billis a Tortona, seguiti da Antonio Biafora, chef di Hyle a San Giovanni in Fiore. Concluderà gli interventi del mattino Fatih Tutak del Turk di Istanbul, stella nascente della cucina turca.

Nel pomeriggio, sarà protagonista la cinese Xinge Liu che gestisce a Firenze, insieme al marito Lapo, Il Gusto Dim Sum, espressione della cucina cinese che evolve in maniera informale e raffinata attraverso contaminazioni toscane e italiane. Da Copenhagen arriveranno i romani Valerio Serino e Lucia De Luca, che in Danimarca si fanno apprezzare per la loro cucina a scarto zero al ristorante Terra. In chiusura salirà sul palco Himanshu Saini del Trésind Studio a Dubai, chef originario di New Delhi straordinario interprete della cucina indiana, che con il suo intervento arricchirà la panoramica internazionale sulle nuove promesse della cucina d’autore.

Il programma completo lo trovate
https://www.identitagolose.it

 

Rispondi