E la voce va, l’ultimo lavoro discografico di Detto Ferrante Anguissola, ma i sogni continuano

Quando ci è stato proposto di intervistare Detto Ferrante Anguissola, non abbiamo avuti dubbi e la risposta è stata subito un SI convinto, considerandola una grossa opportunità, perchè è un artista tutto da scoprire, che ha ancora una voce fresca come se il tempo per lui non fosse passato. Il suo timbro di voce ricorda Paolo Conte ma lui non è il clone di nessuno è solo se stesso con mille sfaccettature da scoprire come un prezioso poliedrico  personaggio.

Così è stato perchè incontrasi a tu per tu con un uomo del carisma di Ferrante è, indubbiamente, un vero arricchimento per l’anima, per gli occhi e per le esperienze professionali di chi come noi fa comunicazione.

Dunque empatia a prima vista e nessun tipo di imbarazzo, nonostante  mai prima di allora lo avevamo incontrato di persona.

Sono tali e tante le cose che Ferrante avrebbe potuto raccontare ma non sarebbe bastata questa pagina: tutto quello che diceva era interessante e il dilemma nel montare il registrato è stato. “cosa taglio”?

Qui potete vedere la video intervista e seguiranno alcune  informazioni sull’artista, ma si ribadisce che vi state imbattendo in un vero mito, dell’artista più anziano del panorama musicale italiano che alla sua veneranda età pubblica ancora inediti! E’ una vera fortuna averlo con noi.

Al maestro auguriamo un proseguimento felice di carriera per molti anni ancora: nell’intervista ascolterete che ci siamo posti come impegno di vederci almeno per i prossimi 5 anni ma speriamo per molti di più.

 

E La Voce Va” il nuovo album del decano dei cantautori, Detto Ferrante Anguissola è disponibile in fisico e in digitale  da Terzo Millennio Records – multilink (https://frontl.ink/d1dzera).

È La Voce Va”, è uscito due giorni dopo il suo novantesimo compleanno, ed è un disco che racconta le bellezze della vita, i ricordi e le gioie vissute. L’album contiene brani inediti scritti in quasi un secolo ed è fortemente legato all’elemento dell’acqua e alla vela, uno dei suoi grandi hobby.

Questa la tracklist di “E La Voce Va”: “Mar Mediterraneo”, “Incontro”, “Risacca”, “Requiem per un marinaio ombra”, “Chissà”, “Piazza Mirabello”, “Sinfonia di Mare”, “Blues dei Pioppi”, “I Fiumi di  Lombardia”.

Ferrante Anguissola d’Altoè (nome d’arte Detto Ferrante Anguissola) nasce a Cremona da una storica famiglia di origine piacentina, che annovera tra i suoi antenati anche la nota pittrice cinquecentesca Sofonisba Anguissola. Il nonno materno e la madre gli trasmettono l’amore per la musica sin da subito. Scrive il primo brano “I Fiumi di Lombardia” all’età di 17 anni, al quale segue “I Pioppi”, un omaggio a quegli alberi molto cari al cantautore, entrambi contenuti per la prima volta nel suo nuovo album “E La Voce Va”. A 19 anni inizia a viaggiare in autostop con la sua chitarra in tutta Europa. A 27 anni fonda Exhibo, che rappresenta in Italia aziende straniere di prodotti elettronici, tra le quali emerge Sennheiser Electronic GMBH. Inizia a collaborare con RAI seguendo personalmente l’installazione tecnica dei microfoni al Festival di Sanremo. Ma non solo: aiuta l’Aereoporto di Linate a collegare gli aerei in arrivo con largo anticipo grazie a innovativi cavi coassiali che fornirà anche alla Rai, sostiene le nuove Radio TV private in crescita e diffonde suggerimenti tecnici oltre a microfoni, cavi, antenne, mixers e molto altro. Sotto lo pseudonimo di Asterix pubblica l’LP “Poligrafici, Pensionati, Trombai e Santi”. Seguono anni dediti al lavoro seguendo mostre di elettronica nel mondo nei quali Ferrante ripone passione, sangue e sudore. Parallelamente si impegna nella promozione della ricerca dei dipinti dispersi e degli studi della sua antenata Sofonisba. Dopo più di 50 anni dalla fondazione di Exhibo, Ferrante cede le sue azioni e da quel momento decide di concentrarsi sulla musica. Dopo quasi un decennio pubblica con il suo nome d’arte Detto Ferrante Anguissola il nuovo album “A Occhi Aperti”, incentrato su tematiche sociali. A pochi giorni dal suo novantesimo compleanno pubblica il nuovo album “E la voce va”.

Intervista realizzata con la preziosa collaborazione di Antonio Provitina

Crediti fotografici di:  Leone Scacchetti

 

Rispondi