I Legnanesi dal 30 dicembre tornano al Teatro Repower con il nuovo spettacolo e con un nuovo Giuàn

Lo scorso 1° dicembre è stato presentato alla stampa il nuovo spettacolo de I Legnanesi, dal titolo “Liberi di sognare“, scritto da Mitia Del Brocco e da Antonio Provasio, che ne  firma anche la regia, e sarà in scena al Teatro Repower di Milano-Assago dal 30 dicembre 2022 al 19 febbraio 2023.

Lo show è tutto nuovo e nel corso della sua lunga tournée sarà in scena sui palcoscenici di oltre trentacinque teatri per ben 140 repliche fino a giugno 2023, passando per Bologna, Verona, Genova, fino al Lac di Lugano e per la prima volta a Parma, dove hanno registrato un sold out.

Uscire fuori dalla lombardia per una compagnia dialettale come I Legnanesi è possibile  grazie all’uso di quello che loro definiscono “italiandialetto“, ma soprattutto alla mimica e all’ironia, lingua universale,  comprensibile facilmente ovunque.

Alla conferenza, oltre ai tre protagonisti, Antonio provasio, Enrico Dalceri e Italo Giglioli era presente anche Giancarlo Sarli, Ad di Forumnet, che prendendo la parola ha commentato positivamente  la programmazione dello spettacolo de I Legnanesi al Teatro Repowerche con il loro spettacolo richiamano un’ottima risposta di pubblico.

Antonio Provasio, prendendo per primo la parola promette oltre due ore  di svago e divertimento in compagnia della famiglia Colombo, che come è noto è  composta dallo stesso Antonio Provasio nei panni di Teresa, Enrico Dalceri nelle vesti della figlia Mabilia e la new entry Italo Giglioli, nel ruolo di Giovanni (Giuàn) padre e marito. Quest’ultimo  subentra a  Lorenzo Cordara  che ha lasciato la compagnia per  seguire altri progetti artistici, dopo aver contribuito per alcuni anni a portare avanti la tradizione della storica compagnia.

Italo GiglioliItalo Giglioli, clase 1957, varesotto, perché abitava a Induno Olona, è ora divenuto varesino abitando a Varese città, il quale porterà in scena, oltre al rispetto per la tradizione, la sua pluriennale esperienza come attore e cabarettista dalla spiccata verve comica, il cui fil rouge, proprio come il Giuàn, è il rapporto con le donne di casa: una moglie ingombrante ed una figlia che lo fa disperare con una serie di fidanzati sbagliati.

Altra novità di rilievo riguarda il corpo di ballo, che da questa edizione è affidato ai giovani  professionisti provenienti da SDM – la Scuola del Musical di Milano, che sicuramente sarà capace di dare un valore aggiunto alla qualità dello spettacolo già alto.

La Trama
Lo spettacolo de I legnanesi parla di sogni e come si suol dire “i sogni son desideri di felicità“, per questo tutti hanno il diritto di sognare  e magari realizzare,  prima o poi nella vita,  qualcosa che ci renda felici.  Ne sa qualcosa Mabilia, che da sempre desidera avere al suo fianco un uomo che la ami e la ricopra di denari e vizi. Questa volta, però, affinché il sogno si realizzi occorrerà l’aiuto dei genitori Teresa e Giovanni!

Finalmente la fortuna entra nella vita della famiglia Colombo attraverso l’incontro con il figlio di una delle famiglie più potenti d’Italia, interpretato da Maicol Trotta.  Mabilia è a un passo dalla realizzazione del sogno della sua vita, basterà solo che i genitori si fingano per poche ore ciò che non sono mai stati: ricchi e potenti! Sarà fingendosi imprenditori di fama e successo che la famiglia Colombo potrà conoscere i futuri consuoceri in una location inusuale e sorprendente come uno stadio di calcio, sulle note di “Un amore così grande” che strizza l’occhio alla fede calcistica di papà Giovanni, dal colore nerazzurro,  che per amore della figlia Mabilia è costretto ad abiurare e  fingere di essere tifoso della Juve dai colori bianconeri.

Ed è proprio in questa cornice che le due famiglie dovranno trovare un accordo: realizzare i sogni monetari di una e i sogni di gloria e ricchezza dell’altra, oppure deludere i sogni economici di una per accrescere la dignità ed il rispetto dell’altra.

Cosa decideranno?  Per saperlo non dovete far altro che assistere al nuovissimo e scoppiettante spettacolo  in cui non  mancheranno esilaranti siparietti con tutti gli gli altri personaggi del cortile, così come non mancheranno i riferimento all’attualità, ma senza uno specifico riferimento politico perchè I Legnanesi sono apartitici, con il solo scopo di fare divertire il suo pubblico senza volgarità.


Non mancheranno i sontuosi  balletti dai colori sfavillani e ricchi di lustrini e paillettes, dalla coreografie mozzafiato affidate all’estro di Valentina Bordi,  sulle scenografie di Enrico Dalceri, che tanto richiamano le scene della Rivista all’Italiana. Così alla fine della  prima parte arriva un omaggio all’arte di  Van Gogh, ricca di girasoli  e fiori colorati, che vuole  essere anche una sottile critica nei confronti di chi, dicendo di amare la natura, imbratta le opere d’arte, come ci hanno riportato i recenti fatti di cronaca.

Con “Liberi si sognare” l’invito  e la morale che arriva da I Legnanesi  è quello di tornare a sognare  perchè i sogni non sono tassati.

Prevedibili gli applausi abbandonanti che arriveranno a fine spettacolo, mentre i protagonisti e gli altri elementi del cast sfileranno, elegantemente, con il tradizionale  smoking.

DA PRENDERE NOTA
Lo spettacolo “Liberi di Sognare”, sarà in scena anche con un appuntamento speciale a San Silvestro.
Se poi arrivate con un’auto elettrica al Teatro Repower ricarichi anche l’auto alle 20 postazioni di cui due fast charge,  per fare il pieno di energia. Scopri tutte le info su www.repower.com/it/charging-hub

 

I LEGNANESI
presentano
ANTONIO PROVASIO, ENRICO DALCERI, ITALO GIGLIOLI
in
LIBERI DI SOGNARE
Testi Antonio Provasio, Mitia Del Brocco
Scenografie, Costumi e Musiche Enrico Dalceri
Coreografie Valentina Bordi – Direttore Artistico Sandra Musazzi
Direttore di Produzione Enrico Barlocco
Una produzione Chi.Te.Ma.
Regia ANTONIO PROVASIO
foto di scena e posate Federico Vagliati

 

 

INFO:
TEATRO REPOWER

Via G. Di Vittorio, 6 – 20o57 Assago (MI)
M2 Linea verde – fermata Milanofiori Forum
Tel. 02488577516
www.teatrorepower.com

LA PROGRAMMAZIONE
da mercoledì a sabato ore 20.45
domenica ore 15.30
Programmazione speciale festività
sabato 31 dicembre ore 21.00
domenica 1 e venerdì 6 gennaio ore 18.00
sabato 7 gennaio ore 15.30
Biglietti da 26 a 59 euro
in tutti i punti vendita TicketOne, online su www.ticketone.it e telefonicamente al nunero unico nazionale 892101 (a pagamento)

 

Rispondi