Il Club per l’UNESCO di Galatina e della Grecìa Salentina presenta ‘Il ritmo ed il battito della pizzica tarantata’

La XII Edizione della rievocazione storica dell’antico rito del Tarantismo si terrà a Galatina dal 25 al 30 Giugno 2024. Questo evento celebra il tarantismo, un rituale terapeutico che un tempo era diffuso in tutta la Puglia e nelle regioni del Mediterraneo come Sardegna, Grecia, Spagna, Marocco e Turchia. Nonostante questo antico rito si sia estinto da diversi decenni, la sua memoria continua a vivere grazie a iniziative come quella promossa dal Club per l’UNESCO di Galatina e della Grecìa Salentina.

Il tarantismo prendeva il nome da un ragno ritenuto velenoso, il cui morso provocava nelle sue vittime uno stato di estrema agitazione alternato a torpore e abbattimento. Non esistendo un antidoto medico, l’unica terapia era il rito coreutico-musicale della pizzica, una danza frenetica accompagnata dal ritmo del tamburello. Le vittime, dette tarantate, per guarire dovevano recarsi in pellegrinaggio a Galatina, presso la Cappella di San Paolo, dove bevevano l’acqua miracolosa del pozzo della cappella.

Galatina è considerata la culla del tarantismo e custodisce la memoria di un rituale che, secondo le tradizioni, era protetto da San Paolo. Secondo una leggenda riportata dal medico Nicola Caputi nel 1741, San Paolo aveva reso questa terra e i suoi abitanti immuni dal morso degli animali velenosi come ricompensa per l’ospitalità ricevuta durante il suo viaggio di evangelizzazione verso Roma.

La rievocazione storica “Il ritmo ed il battito della pizzica tarantata” mira a rivalutare il tarantismo come bene immateriale e a far conoscere questo fenomeno attraverso fonti storiche, studi, filmati, fotografie e testimonianze. L’evento include una rassegna di cinema, musica e danza sui temi del tarantismo, offrendo una panoramica completa di questa antica tradizione.

Il Club per l’UNESCO di Galatina e della Grecìa Salentina si impegna nella ricerca e nella conservazione di materiali documentari e bibliografici sul tarantismo. L’obiettivo è preservare e valorizzare un patrimonio di riti, credenze, leggende e tradizioni che fa parte della nostra memoria storica.