Gustav Jenner: sonata in Sol maggiore Op. 5 per clarinetto e pianoforte, col trio Beltramini, Slokar e Arosio

Alcune delle composizioni più importanti di Gustav Jenner appartengono al campo della musica da camera. Sono opere che evocano i dialoghi intensi e profondi delle opere di Brahms, suo tutore e sono state concepite proprio per lo strumento preferito del suo maestro, il clarinetto, dal suono dolce e profondo. Da questa produzione Aulicus Classics ha selezionato due opere per la sua trentatreesima uscita discografica, sotto la guida artistica del M.o Rosella Clementi.

La prima, la Sonata op. 5, fu completata nel 1899, dedicata e presentata in anteprima da Richard Mühlfeld, uno dei più grandi clarinettisti dell’epoca che avevano ispirato la composizione delle principali opere per clarinetto di Brahms. Un primo movimento espansivo con ampie onde melodiche è seguito da un Adagio lento e intimo espressivo, da un elegante e seducente Allegretto grazioso e da un movimento finale energico e deciso. La seconda, il Trio per pianoforte, clarinetto e corno non incontrò, nella sua prima versione, il favore di Brahms, tanto che il compositore fu costretto a rielaborarla nel 1900.

La sua struttura ricalca quella della Sonata: una generosa vena melodica nel Moderato di apertura, un Adagio meditativo, uno Scherzo brillante e un Allegro non troppo compatto. Nonostante la loro somiglianza con I modelli di Brahms, questi due pezzi mostrano innegabilmente il genio di Jenner e l’ampiezza della sua ispirazione. Ad interpretarli in questa pubblicazione, già disponibile in tutte le piattaforme musicali e al sito ufficiale dell’etichetta, sono il clarinettista Paolo Beltramini, la cornista Zora Slokar e il pianista Roberto Arosio.

 

Rispondi