Il Teatro Bello, riapre al pubblico dal 18 settembre in occasione della Milano Movie Week

Teatro Bello, il suggestivo Teatro di Via San Cristoforo sulle sponde del Naviglio Grande a Milano, dal 18 settembre riapre al pubblico con l’obiettivo di tornare ad essere un luogo di aggregazione e condivisione, in sicurezza e nel rispetto delle norme anti Covid-19.

Lo fa con un evento a cui è fortemente legato, dal 18 al 20 settembre in occasione della Milano Movie Week, il teatro ospiterà l’edizione 2020 di “Corto Week end”: una gara di cortometraggi, che si svolgerà tutta in un week end con il coinvolgimento del quartiere (http://cortoweekend.it/). Le serate del 18 e 19 vedranno anche la proiezione di un omaggio all’intramontabile comicità del cinema muto.

In questo tempo sospeso, le persone hanno bisogno più che mai di un luogo di incontro per condividere ed emozionarsi. Questo vuole essere Teatro Bello, un’opportunità, uno spazio creativo, culturale e solidale dove si incrociano e si intersecano i percorsi delle persone che vi transitano.

Il programma del Teatro Bello dei prossimi mesi prevede, tra i vari appuntamenti, delle mini-rassegne di quattro appuntamenti ciascuna, dedicate alla musica, al cinema e al teatro.

Si partirà con la rassegna dedicata alla Musica italiana d’autore”, per passare a quella “Jazz moderno e standard classico”. Al cinema saranno dedicate le rassegne di “Cortometraggi, film indipendenti e Cineforum ”. Non mancherà il teatro con i primi quattro appuntamenti della rassegna a tema “Improvvisazione teatrale” e “Commedia comico/brillante” e per finire una mini rassegna diClownerie classica, moderna e visual comedy”.

Fedele alla sua natura di “snodo” creativo, di luogo in cui le persone passano condividendo la propria storia, il proprio talento, la propria esperienza con gli altri, il Teatro Bello è anche uno spazio disponibile per artisti emergenti che vogliano esporre o rappresentare le proprie opere fotografiche e pittoriche

È inoltre, un luogo di incontro e condivisioni per filmmaker, attori, compagnie teatrali, registi, fotografi, fumettisti, scenografi, che vogliano tenere corsi o incontri e mettersi a servizio anche della comunità locale.

Questa è la filosofia che sta alla base dell’attività del Teatro Bello che include anche incontri, mostre e presentazioni di libri.

Non solo teatro. Il Luogo Bello è disponibile per manifestazioni pubbliche e private diurne e serali. La sala conta 150 posti a sedere, (con le norme Covid vigenti attualmente sono ridotti a circa 60 )

Gli spazi a disposizione per allestimenti sono il Grand Foyer, il Palco, il Piccolo Foyer e la zona Bar esposizioni.

E ancora, Teatro Bello significa anche un legame con il territorio, una vita che non può essere distante dal quartiere e che si concretizza attraverso laboratori socioculturali per anziani, bambini e adolescenti.

L’essenza del Teatro e di questo luogo è la partecipazione, in controtendenza con una quotidianità che ci vorrebbe solitari e iperconnessi artificialmente a casa, le persone hanno bisogno di incontrarsi, di scambiarsi opinioni ed emozioni.

 

Rispondi