Incontri Possibili: al via dal 16 ottobre con Grazia Di Michele l’attesa iniziativa cuturale

Con una entusiasmante conferenza, nonostante sia stata tenuta online, ieri 12 ottobre è stata presentata ufficialmente l’iniziativa “INCONTRI POSSIBILI”, lanciata dall’Associazione Teatri Possibili, della quale vi abbiamo già parlato alcuni giorni fa con un precedente articolo a cui vi rimandiamo per approfondire la notizia.

A guidare la conferenza l’eclettico Corrado d’Elia, anima dell’associazione e tanto altro,  che con entusiasmo ed emozione riferiva, a quanti si erano collegati, quali fossero gli obiettivi che si prefiggeva la manifestazione nel corso della sua durata prevista in 24 mesi. Naturalmente, dato un tempo così lungo, non tutti gli appuntamenti sono già stati programmati, ma verranno man mano comunicati quando saranno organizzati.

Diversi  e graditi gli interventi di alcuni partecipanti, per dare qualche anticipazione  di quello che sarà il valore culturale dell’iniziativa, tra cui Grazia Di Michele, Anna Scardovelli, Gianni de Berardinis, Paola Barbato, Oscar di Montigny, Emilio Previtali.

In particolare Anna Scardovelli sottolineava come il trait di union sarà il tema del possibile, pertanto a tutti gli ospiti sarà chiesto cosa  sia, per ognuno di loro, il possibile o l’impossibile.

Agli incontri, a seconda delle indicazioni che verranno date di volta in volta, si potrà partecipare sia online che dal vivo in importanti location milanesi, saranno gratuiti e a cadenza mensile e avranno la durata di un ora. Tutti gli incontri saranno comunque visibili sui canali Facebook, Youtube e Instagram di Teatri Possibili.


Il primo appuntamento venerdì 16 ottobre alle ore 19, con Grazia Di Michele, grande cantautrice, chitarrista, musicoterapeuta, scrittrice, conduttrice radiofonica, coach di talent televisivi, in dialogo con lo stesso Corrado d’Elia e Gianni de Berardinis, inconfondibile voce di Radio Montecarlo, Radio24, R101, Radio Rai, RDS, RTL, Radio inBlu, conduttore televisivo oltre che musicista e produttore discografico.

Grazia Di Michele, oltre che splendida interprete e artista, usa da sempre la voce come strumento per sensibilizzare il pubblico su tematiche sociali importanti e urgenti.

Ammirevole il suo impegno nei confronti delle donne, delle differenze di genere, della violenza domestica, (grazie a canzoni come “Sonia) dei più fragili, di chi è in fuga o in guerra, (“Passaggi segreti”, 2009).

Ai più piccoli, ai bambini vittime di guerra dedica uno spettacolo “Chiamala vita”, patrocinato dall’UNICEF, che è approdato anche all’Auditorium dell’ONU.  Grazia Di Michele, eleva la musica a strumento sociale.

PROGRAMMA DEI PROSSIMI APPUNTAMENTI GIA’ FISSATI:

13 Novembre – Oscar di Montigny 
Autore, Chief Innovability & Value Strategy Officer presso Banca Mediolanum, fondatore del movimento “Be Your Essence”.
20 Novembre – Ludovico Bessegato
Regista e produttore creativo della serie Skam Italia, di Netflix.
12 Dicembre – Antonio Latella 
Regista e direttore della Biennale di Venezia Teatro.
8 Gennaio – Emilio Previtali 
Sciatore, avventuriere, storyteller, atleta North Face.
5 Febbraio – Matteo Caccia
Autore, storyteller, podcaster per Rai e Radio24.
5 Marzo – Paola Barbato 
Sceneggiatrice di fumetti e autrice di diversi romanzi.
7 Maggio – Giovanni Gastel
Uno dei più grandi fotografi viventi, nipote di Luchino Visconti, partner della Triennale di Milano, presidente dell’Associazione Fotografi, lavora quotidianamente per la moda, la pubblicità, il design.

Non rimane che attendere intanto il primo appuntamento e poi tutti gli altri, perchè l’occasione è ghiotta per avere uno strumento di crescita culturale in più, ma anche per confrontarsi con altre autorevoli vedute di pensiero, che possano non solo allargare il nostro, ma anche farci affrontare meglio questo particolare momento sociale che stiano vivendo.

 

Rispondi