Salemme diverte con la sua ‘Festa Esagerata’ al Manzoni di Milano fino al 1 gennaio

E’ in scena dal 12 dicembre sul palco del Teatro Manzoni di Milano lo spettacolo “Una Festa esagerata…!” scritta, diretta ed interpretata da Vincenzo Salemme, per i cui particolari vi rimandiamo al precedente articolo di presentazione.

Lo spettacolo è una commedia spassosissima, un vero generatore di risate e gli spettatori, per quanto seri, non possono sfuggire all’ironia e si lasciano andare ad irrefrenabili risate, anche se i temi toccati, come il lavoro precario, l’ignoranza dilagante, l’uso esagerato della tecnologia ecc., non siano affatto frivoli. Salemme però con la sua verve comica rende il suo testo in perfetto equilibrio tra ironia e denuncia di tutti quegli atteggiamenti perbenisti e ipocriti che si vivono nella quotidianità dei rapporti sociali, specie con i vicini di casa del proprio condominio e che qui vengono portati alla luce con leggerezza per far divertire il pubblico. Infatti mentre si ride per quello che può apparire in un primo momento paradossale, ci si rende conto di quanto sia reale quello che si vive in modo volutamente “esagerato” sul palco.

Uno spaccato di quando accade tutti i giorni nei nostri rapporti con il vicino di casa, con i quali, pur vivendo a pochi metri di distanza, spesso ci si ignora e si intrattengono rapporti formali privi di ogni vero sentimento di stima ed amicizia intrisi per lo più da false forme di rispetto, mal celati da ipocriti sorrisi, che invece fingono invidie e falsità per mascherare la vera realtà che, talvolta, arriva perfino a gioire dell’infelicità altrui.

La commedia racconta in modo originale e divertente, con tanti i riferimenti all’attualità, di una festa di compleanno, organizzata in pompa magna dalla moglie di Gennaro Parascandolo che potrebbe andare all’aria, a causa di un lutto dovuto all’improvviso decesso del vicino. Ma pur di realizzare la festa si da vita ad una girandola di bugie, a tratti grottesche e inaspettate. Perfetti i tempi comici che strappano continue risate a scena aperta, dall’inizio alla fine.

Il bravo Salemme, è affiancato da altrettanto bravi e talentuosi attori, che perfettamente in sintonia tra di loro, come perfetti ingranaggi si agganciano l’un l’altro per dare un effetto d’insieme piacevole e che non stanca affatto lo spettatore, nonostante lo spettacolo duri circa due ore senza intervallo.

Molto bella la sceneggiatura che ben rende l’idea della luminosa terrazza ed il buio ed inquietante appartamento del vicino, nei quali si svolgono tutte le scene e al cui cambio si arriva con un pratico e non troppo sofisticato girevole.

Alcuni piacevoli dialoghi con un l’invisibile dirimpettaio signor Cupiello, sono chiari riferimenti ad Eduardo che l’autore ha inserito per omaggio e gratitudine verso chi lo ha seguito quando muoveva i sui primi passi in Teatro anche se, forse per pudore, Salemme si definisce più erede di Scarpertta che di De Filippo.

Una festa esagerata!” anche sulla scena milanese conferma il successo che ha riscosso finora e il pubblico meneghino ogni sera riempie il teatro Manzoni, dove trovare un posto disponibile, per chi non ha prenotato per tempo, non è cosa facile, ma se vi siete incuriositi, non demordete e continuate a provare.

Avete tempo fino al 1° gennaio!

INFO:
ORARI: feriali ore 20,45 – domenica ore 15,30
26 dicembre e 1 gennaio ore 16,30 – San Silvestro ore 18,00 e 21,30
riposo 24 e 25 dicembre

BIGLIETTI:
da martedì a venerdì Poltronissima Prestige € 35,00 – Poltronissima € 32,00 – Poltrona € 23,00
Poltronissima under 26 € 15,00
sabato, domenica, festivi Poltronissima Prestige € 39,00 – Poltronissima € 35,00 – Poltrona € 25,00 Poltronissima under 26 € 17,00

31 dicembre ore 18,00: Prestige € 50,00 – Poltronissima € 35,00 – Poltrona € 30,00

31 dicembre ore 21,30: Prestige € 100,00 – Poltronissima € 72,00 – Poltrona € 55,00

 

 

Rispondi