Teatro Libero: ‘Come Sono Diventato Stupido’, in scena ancora per una sola replica

E’ in scena al Teatro Libero di Milano, ancora per una sola replica, lo spettacolo  “Come Sono Diventato Stupido“, presentato nel nostro precedente articolo  a cui vi rimandiamo per altre info su cast, orari e prezzi.

LA RECENSIONE:
Come sono diventato stupido. È questo ciò che Antoine vorrebbe: diventare uno stupido. Ma purtroppo, nonostante i molteplici tentativi, non riuscirà nel suo intento. È un ragazzo dotato di un intelligenza particolare, sensibile e superiore alla media. Il resto del mondo?

Tutti idioti, gente senza idee e certezze, dei perfetti imbecilli ecco!

Svariate volte tenta di risolvere la sua difficoltà a partecipare alla vita quotidiana con un unico obiettivo: diventare uno stupido.

Lui vorrebbe smettere di capire le cose e vivere con semplicità ciò che la vita offre: vorrebbe comprare vestiti, seguire avvenimenti sportivi, commentare gli ultimi modelli di macchine, vorrebbe essere come tutti gli altri, non distinguersi dalla massa.

Farà di tutto per raggiungere il suo obiettivo: alcolismo, gruppi di educazione al suicidio, giocare e fare il cretino con i vicini di casa. Non vuole una vita banale, vuole di più.

​Una commedia brillante con un testo molto originale. Un’allegra piece teatrale tratta dal romanzo di Martin Page. Lo spettacolo è caratterizzato da una comicità intelligente che fa ridere ma riflettete allo stesso tempo.

La drammaturgia si basa fondamentalmente sull’analisi psicologica del personaggio principale: le sue insofferenze, i suoi disagi. Ma l’assunzione di pillole lo condurrà verso la stupidità.

La scena è essenziale: uno stand di abiti, gli elementi che caratterizzano i diversi personaggi. E poi piccoli oggetti prenderanno spazio nella scena come un susseguirsi di situazioni diverse.

 

Rispondi