‘Vivi! Come il Mare – pièce per due delfini’, una produzione Spazio Tertulliano all’Estate Sforzesca il 23 giugno

Diretto da Giuseppe Scordio
Testo a cura di Giuseppe Scordio e Eleonora Cicconi
Interpretato da Martino Corti, Gaia Carmagnani e il piccolo Gabriele Boria
Produzione Spazio Tertulliano
Contributi video originali Antonio Simone Giansanti
Disegno luci Martino Minzoni
Audio luci Alberto De Donato e Andrea Mascherpa
Video e trailer realizzati da Umberto Terruso e Stefano Capra
Fotografia Stefania Varca
Ufficio Stampa e Comunicazione Francesca Romana Lino
Produzione Teatro Spazio Tertulliano e IBeHuman
Spettacolo patrocinato dall’Associazione ambientalista Marevivo Onlus

Se c’è una riflessione che la pandemia da Covid-19 non può esimerci dal fare è quella sulla necessità d’impostare un differente rapporto con l’ambiente. Negli ultimi decenni, abbiamo guardato con apprensione al rovinoso precipitare delle condizioni di salute del nostro pianeta, eppure non sempre siamo stati in grado di studiare strategie alternative. Poi questo stop forzato. Per quanto tragico e doloroso sotto molti aspetti, questo lockdown è stato anche l’occasione per assistere al sorprendente risveglio della natura e prendere finalmente coscienza di come un altro modo si possa e debba attuare.

Ricominciamo da qui. La nostra stagione teatrale si era interrotta proprio con “VIVI! COME IL MARE – Pièce per due delfini”, nata dalla riflessione sulla sostenibilità socio ecologica, che, proprio da quest’anno, ci ha portati a scegliere iBeHuman e Marevivo Onlus quali preziosi compagni di viaggi, con cui condividere mission e intenti.

Spettacolo rivelatosi poi quasi profetico, “VIVI! COME IL MARE” è stato fin da subito pensato come una Favola Ecologica, perché riteniamo davvero importante riuscire a sensibilizzare un pubblico quanto più vasto e giovane possibile. E quale occasione  migliore di Estate Sforzesca, rassegna di eventi dal vivo con cui il Comune di Milano, ormai già dal 2013, intrattiene milanesi e turisti nella suggestiva cornice dell’omonimo castello?

La pièce affronta il delicato e attualissimo tema dell’inquinamento degli oceani e delle drammatiche ripercussioni sull’intero ecosistema. Racconta il viaggio di Martino, delfino maschio del Pacifico, e di suo figlio Milo alla ricerca di un mare pulito, lontani dalle microplastiche e dai rifiuti, che ne stanno mettendo a rischio la sopravvivenza.

Un affascinante spettacolo a tema ecologico, dunque, con videoproiezioni, live drawing e voice over, in cui lo stesso Direttore Artistico Giuseppe Scordio, torna al suo vocazionale mestiere di regista, oltre che curarne la drammaturgia insieme a Eleonora Cicconi.

Anche per il cast abbiamo avuto la stessa cura. In scena l’attore e cantautore Martino Corti, già presente nelle nostre passate stagioni e certamente in grado di raggiungere un pubblico di non soli habitués. Accanto a lui, il disarmante undicenne Gabriele Boria, cresciuto all’interno della nostra scuola di teatro. Abbiamo deciso di affidare a lui il delicatissimo ruolo di protagonista, in un’interazione padre-figlio, ricca di poesia, ma che strizza l’occhio anche alle non sempre fluide dinamiche adolescenziali.

Completa il cast Gaia Carmagnani, giovane e spumeggiante attrice della Compagnia Caterpillar (ensemble di under 30 formatisi all’Accademia dei Filodrammatici), versatile nell’interpretare più ruoli.

“Lo spettacolo “Vivi come il mare” è un veicolo perfetto per poter trasmettere alle nuove

generazioni la cultura della natura”, ha commentato Andy Bianchedi, Cavaliere del Mare di Marevivo, che patrocina lo spettacolo.


Al fine di poter fruire dell’evento nel modo più tutelato e sicuro possibile, si comunica che non saranno ammesse alla visione spettatori sprovvisti di mascherine e che verranno rispettate le opportune isure di distanziamento e adottato l’utilizzo dei presidi di sicurezza anti Covid-19 previsti dal Dpcm.

Proprio per la particolare attenzione rivolta al pubblico di giovani e giovanissimi, nonché in ottemperanza a un criterio di doverosa solidarietà sociale, stante il periodo, sono stati predisposti biglietti calmierati per fasce d’età e pacchetti, capaci di venir incontro alle esigenze delle famiglie.

  • Biglietto ADULTO (dai 18 anni): 10€
  • Biglietto RAGAZZI (dagli 11 ai 18 anni): 8€
  • Biglietto BAMBINO (dai 4 ai 10 anni): 5 €
  • ENTRATA LIBERA per bambini fino ai 3 anni
  • SECONDO ADULTO accompagnatore: 8€

Per evitare assembramenti la sera dello spettacolo, si consiglia vivamente di prenotare i biglietti scrivendo alla mail: biglietteria@spaziotertulliano.it o acquistando direttamente su Vivaticket (nonappena disponibile, il link sarà indicato nell’evento Facebook).

 

Rispondi