Milano Kinemacolor: dal 16 giugno tutti i colori di Milano a Estate Sforzesca 2021

In anteprima assoluta a Estate Sforzesca 2021 – il palco estivo milanese che dà spazio ad arte e cultura – Cineteca Milano presenta, mercoledì 16 giugno alle ore 21.30 ad ingresso libero, MILANO KINEMACOLOR – Tutti i colori di Milano, una serata di proiezione, con accompagnamento musicale dal vivo, che comprende, tra gli altri, filmati inediti girati a Milano tra il 1912 e il 1914 con la tecnica pionieristica del Kinemacolor, il primo processo per la ripresa e visione a colori delle pellicole cinematografiche.

Questi film di più di cent’anni fa, ritrovati per un caso fortuito nel 2021 e restaurati con le più innovative tecnologie digitali, sono opera del fotografo e cinereporter milanese Luca Comerio, pioniere e padre del cinema italiano, noto anche per le sue prime riprese aeree della città di Milano. Ed è proprio il capoluogo meneghino il protagonista della proiezione: i luoghi simbolo della città come il Castello Sforzesco, Piazza Duomo e l’ippodromo, si coloreranno sul grande schermo in una sorta di performance cinematografica che porta con sé lo stesso stupore di allora.

La proiezione sarà arricchita dall’accompagnamento musicale dal vivo a cura di Francesca Badalini (tastiera/synth), Irene Marracini (clarinetto) e Davide Martinelli (percussioni).

Seguendo il tema dei colori, il programma prevede anche un viaggio divertente e ricco di scoperte nella Milano cinematografica dagli anni ’50 ad oggi attraverso tutti i colori della città e i film più iconici e gli autori più importanti della risata. Da Eduardo De Filippo a Totò, passando per Dario Fo, Renato Pozzetto e Diego Abatantuono senza trascurare anche il cinema di animazione di Bruno Bozzetto e Guido Manuli, la città meneghina sarà la protagonista di una carrellata di sequenze indimenticabili all’insegna dei colori e della vivacità espressiva.

IL KINEMACOLOR
Cineteca Milano ha scoperto in modo fortuito nel proprio Archivio rarissimi filmati in kinemacolor – sono solo 400 i filmati al mondo di cui si ha la certezza essere stati realizzati con questa particolare tecnica.
Il Kinemacolor è uno dei primissimi procedimenti per la colorazione di immagini cinematografiche, brevettato in Inghilterra nel 1906 da Charles Urban e George Albert Smith, utilizzato in Italia dal cineoperatore milanese Luca Comerio dal 1912 al 1914. Il sistema prevedeva che una normale pellicola in bianco e nero venisse fatta scorrere a 32 fotogrammi al secondo (il doppio rispetto ai consueti 16) all’interno di una macchina da presa dotata di uno speciale otturatore con un doppio filtro verde e rosso. Successivamente sviluppata come un comune positivo in bianco e nero, la pellicola veniva in seguito fatta scorrere alla velocità di 32 fotogrammi al secondo in uno speciale proiettore dotato anch’esso di un otturatore con doppio filtro verde e rosso. Grazie all’effetto di sovrapposizione generato dall’occhio umano, l’immagine così proiettata creava un’illusione di colorazione che tuttavia non era materialmente presente sulla superficie della pellicola ma solo negli occhi dello spettatore.

ESTATE SFORZESCA
Piazza Castello
Mercoledì 16 luglio 2021 ore 21.30
Ingresso gratuito su prenotazione 
https://www.mailticket.it/manifestazione/T930

 

Rispondi