UJIG presentano ‘The Necessity of Falling’ in occasione dell’ultima data della rassegna ‘Jazz in Taxi’ al nuovo Gecko23 di via Brembo a Milano

UJIG

Sorto dalle ceneri del Taxi Blues il Gecko23 si è subito distinto per la scelta artistica che ha visto il susseguirsi, con la neofita rassegna “Jazz in Taxi”, noti nomi del Jazz milanese quali Gigi Ciffarelli, Paolo Tomelleri, Francesco Mauro e ora UJIG.

Fin dai suoi esordi il Gecko23, affidandosi a ProJam Music che collabora con Bluescore Studio e l’etichetta Voicing Recordings, ha voluto dare alla propria programmazione musicale un alto livello artistico.

Questo prossimo giovedì, come degno completamento di un percorso che ha toccato i vari colori del jazz: dallo swing più classico ai ritmi latineggianti del sudamerica, suonerà UJIG una band italo-austriaca caratterizzata da forti suggestioni fusion e rock che per l’occasione presenterà i brani del loro nuovo album “The Necessity of Falling”.

UJIG The Necessity of Falling

«Siamo davvero entusiasti di partecipare a questo evento organizzato da ProJam Music in questa raffinata location milanese a pochi passi dalla Fondazione Prada. Giovedì 24 gennaio suoneremo per la prima volta dopo la pubblicazione lo scorso settembre del nostro secondo album, The Necessity of Falling (2018) – ha spiegato il chitarrista Marco Leo. Sarà l’occasione non solo per proporre ufficialmente dal vivo l’ascolto dei nuovi brani del disco ma anche per raccontare la genesi e la ‘filosofia’ di questo complesso lavoro frutto di tre anni di confronti, sperimentazioni e viaggi tra Milano e Vienna. Le tracce di The Necessity of Falling sono il risultato di una continua e lunga rielaborazione che ha portato solo un anno fa alla versione definitiva, già disponibile online in digitale e per la serata al Gecko23 finalmente anche in CD».

Il progetto UJIG è nato nel 2014, durante i corsi tenuti dal Berklee College of Music presso Umbria Jazz Clinics a Perugia, con l’intento di formare un gruppo internazionale che fondesse generi diversi, dal jazz al rock, pur mantenendo una forte identità europea. Il gruppo è composto dagli austriaci Konstantin Kräutler e David Ambrosch, e dagli italiani Edoardo Maggioni e Marco Leo.

Nel 2014 il quartetto ha realizzato 8 Out Of 8, primo album contenente otto pezzi inediti di jazz sperimentale, con suggestioni fusion e rock. Il 14 settembre 2018 è stato pubblicato il secondo lavoro di studio, The Necessity of Falling (Voicing Recordings), prova di raggiunta maturità musicale nonché di ecletticità artistica, come dimostrano i singoli Udaku Euriak e You. Negli ultimi quattro anni gli UJIG hanno suonato dal vivo in svariati locali e festival jazz in Italia, Austria e Germania: tra le tante memorabili le esibizioni al Feldkirch Pool Bar Festival e al Lindau Jazz Club, al Mingus Live e al 44 Gatti insieme al grande Paolo Tomelleri. A maggio 2018 hanno partecipato come finalisti al festival JazzAlguer Mediterrani, organizzato ad Alghero dal trombettista di fama internazionale Paolo Fresu. Lo scorso agosto si sono esibiti in due location decisamente singolari: all’alba per Sunny Valley in S. Caterina Valfurva e al Castello Sforzesco a Milano per Millemiglia Musica. Il repertorio live comprende, oltre ai propri brani, una vasta rosa di standard jazz e pezzi fusion.

 


UJIG The Necessity of Falling – 24 gennaio 2019 – h.21,30
GECKO23, via Brembo 23 – Milano
Ingresso con concerto e prima consumazione obbligatoria € 10,00

icon-car.pngKML-LogoFullscreen-LogoGeoJSON-LogoGeoRSS-Logo
Gecko23

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Gecko23 45.444700, 9.208780

 

Rispondi