Il Salento si è trasferito a Berlino per mostrare i suoi prodotti e luoghi più belli da visitare la prossima bella stagione

Così come è stato per lo scorso anno, il cuore del Salento ha messo in bella mostra a BERLINO i suoi gioielli più preziosi, presentandoli ai giornalisti tedeschi e internazionali, presenti nella capitale tedesca per ITB 2019 e che hanno così potuto assaggiare i prodotti tipici e pregustare la natura, ma anche la storia di Otranto, Melendugno e Gallipoli.

La delegazione salentina è stata accolta dalla segretaria dell’Associazione Apulier in Berlin, Gabriella De Cagno assieme a professionisti italo tedeschi che ricoprono incarichi di grande prestigio come il curatore della più importante Galleria di arte antica, Roberto Contini.

La conferenza stampa  e stata organizzata nel caratteristico ristorante Antillo a Berlino, dalla rivista di turismo e cultura del Mediterraneo Spiagge, diretta da Carmen Mancarella  ed aveva come tema “Italy Salento my love party in Berlin”.

A fare da ambasciatori i prodotti tipici, come l’olio extravergine di oliva Marco Spinosa, i formaggi abbinati al miele di Melendugno, Città del Miele, i vini Conti Zecca, Vaglio Massa e Petrelli, i prodotti da forno del Panificio Rosetta, le pizze made in Salento di Scarlinpizza, leader del settore, e i dolci di alta pasticceria della Pasticceria Perrone di Carmiano, i giornalisti hanno potuto degustare il meglio del Salento.

Il ristorante, per l’occasione,  era stato addobbato con le luminarie dei Fratelli Parisi di Taurisano, che producono non solo grandi allestimenti per vie e piazze, ma anche magnifici complementi d’arredo in grado di dare un tocco di magia gli interni e ai giardini.

Alla scoperta delle mete più gettonate dell’estate 2019
Tra gli interventi autorevoli quelli della consigliera delegata al turismo, Angelica Petrachi per  Melendugno e le sue marine, di Mimina De Donno assessore al turismo per Otranto e infine  del consigliere Mino Nazaro per  Gallipoli.

In rappresentanza di alcune tra le più prestigiose aziende del turismo e dell’enogastronomia, sono intervenuti alcuni relatori: Vante Totisco presidente della Spa e la direttrice commerciale Ada Miraglia, il presidente di Grimaldi Vacanze, Pasquale Grimaldi, il titolare del B&B Salento AdasHouse Dario Strazzullo, i titolari di Cantina Petrelli, Chiara Petrelli e Vaglio Massa, Sonia Vaglio Massa e la titolare di Pasticceria Perrone, Annarita Formica Perrone.

Al primo posto troviamo Gallipoli che vi catturerà per il fascino del suo centro storico e la bellezza delle sue spiagge, caratterizzate dalla sabbia bianca e finissima assieme a un mare azzurro e trasparente dove potrete ammirare indimenticabili tramonti.

Segue Melendugno,  e come dice la consigliera delegata al turismo, Angelica Petrachi: “famosa per le sue cinque marine: Torre Specchia Ruggeri, San Foca con il porto e il borgo dei pescatori, Roca conosciuta in tutto il mondo per la splendida grotta naturale della Poesia definita dal National Geographic la piscina naturale più bella al mondo, Torre dell’Orso e Sant’Andrea, così affascinante che la copertina di gennaio della prestigiosa Geo Season, la rivista di turismo tedesca più diffusa in Germania, è stata dedicata ai suoi faraglioni”.

E non può mancare Otranto con il suo suggestivo centro storico, dominato dal Castello Aragonese, che si affaccia sul mare azzurro e trasparente, come ci ricorda l’assessore al turismo del Comune di Otranto Mimina De Donno.

Tante le bellezze naturali ma anche quelle archeologiche, che ne fa una perla famosa in tutto il mondo, senza contare che è immersa nel parco regionale “Otranto – Santa Maria di Leuca”,  facendone un territorio circondato da una natura di infinita bellezza.

LE MANIFESTAZIONI SALENTINE
A giugno “Suoni e Sapori del Salento”, manifestazione dedicata all’enogastronomia con prodotti locali e chef di fama nazionale, e “Salento Swing Festival”, che, con i suoi ballerini lindy hop, dona alla città un tocco vintage molto affascinante.

In estate “Aspettando l’alba – Luce d’Oriente in jazz”, concerti d’autore alle prime luci dell’alba sul mare, “Otranto in festa” e tante altre iniziative. A settembre, “Giornalisti del mediterraneo” e “Otranto Film Fund Festival”. Fino ad arrivare alla fine dell’anno con quasi un mese di eventi compresi nella manifestazione “Alba dei Popoli”.

Delle interessantissime mostre vengono poi allestite nella Castello Aragonese  di Otranto e Torre Matta, che riscuotono notevoli consensi di pubblico e di critica.

Una città che ha saputo svilupparsi nel tempo guardando alle esigenze della modernità senza mai tradire il suo passato.

Il meglio dell’imprenditoria Salentina
Il gruppo alberghiero www.cdshotels.it, offre un’ampia scelta tra masserie, villaggi e raffinati hotels in tutta la Puglia e aprirà per la prossima stagione estiva il suo primo 5 stelle Il Marenea Suite Hotel a Marittima di Diso.

Il gruppo Grimaldi Immobiliare www.grimaldivacanze.it  spazia dalla vendita e l’affitto di case vacanza soprattutto a Torre dell’Orso al B&B Alvino, in piazza Sant’Oronzo a Lecce, sopra il più famoso caffè www.alvinosuiteandbreakfast.it.

Gli hotel Thalas a Torre dell’Orso www.hotelthalas.it e Hotel Degli Haethey si trovano a poche centinaia di metri dalle spiagge di Torre dell’Orso e di Otranto www.hoteldeglihaethey.com.

Immerso tra la pineta e i vigneti e a due passi dalla spiaggia ecco la Tenuta Vigna Corallo a Otranto, www.vignacorallo.it.

Nel cuore del centro storico con vista mozzafiato sul mare, l’indirizzo giusto è l’Hotel Palazzo Papaleo www.hotelpalazzopapaleo.it.

Propongono soggiorni ritagliati su misura e con la possibilità di fare esperienze
gli alberghi Hotel Albania (www.hotelalbania.com)  Masseria Bandino (www.masseriabandino.it), Masseria Dei Monaci (www.masseriadeimonaci.it) e Hotel Villa Rosa Antico (www.hotelvillarosantico.it).

Ha costruito pacchetti esperienzali Apulia Stories a Cursi, nel cuore del Salento che propone ai visitatori le esperienze di imparare a fare la pasta fatta in casa dalle donne del posto… raccogliere i melograni o dedicarsi all’apicoltura www.apuliastories.it.

Per delle vacanze fuori dagli schemi, a contatto con la natura, ma senza rinunciare ai comfort, ecco i campeggi Torre Castiglione a Torre Lapillo sul mar Jonio, www.torrecastiglione.it e il Campeggio Sentinella sul Mar Adriatico, a Torre dell’Orso www.campeggiosentinella.it. Vicino al mare e tra la pineta e la spiaggia profumata ecco la Tenuta I Quattro Venti, a Otranto. www.tenutaiquattroventi.it

Per chi ama l’accoglienza dei B&B o stare in appartamento l’appuntamento è a Melendugno con il B&B di charme Salento Ada’s House www.salentoadashouse.it   e Casa Vacanze Petrachi a pochi passi dalle spiagge di San Foca www.casavacanzepetrachi.it.

LE CARATTERISTICHE MASSERIE
eccoci nell’antico villaggio contadino trasformato in Naturalis Bio Resort con Spa a Martano, www.naturalisbioresort.com. Sorge tra gli ulivi la  Masseria Mauriani, www.masseriamauriani.it.  Domina il mare ed è immersa tra pineta, macchia mediterranea la Masseria Santa Teresa a Sannicola, vicina a Gallipoli, www.masseriasantateresa.com. Per gli amanti del buon vino ecco Masseria Signora Porzia a Leverano che è anche Cantina ospitale www.agricoladellarneo.it. E’ anche masseria didattica la Masseria San Biagio a Calimera, che oltre alla ricettività organizza anche laboratori d’esperienza www.masseriasanbiagio.it.

Per gli amanti del mare e dell’abbronzatura ad oltranza, il consiglio è di pranzare in spiaggia e di non lasciare, neppure per un solo attimo i lidi-ristoranti sul mare, Lido La Sorgente a Torre dell’Orso www.lidolasorgente.it e Lido Li Marangi a San Foca www.lidolimarangi.it.

La sera (ma anche a pranzo) per indimenticabili peccati di gola le tappe obbligate sono:
ristorante Gusto a Castrignano dei Greci dove deliziarsi con raffinata cucina gourmet ispirata dalla cucina tipica salentina www.ristorantegustosalento.it. Sapori unici nel ristorante A Kilometro Zero a Supersano www.ristorantekilometrozero.com collegato all’omonimo ed elegante B&B, uno dei primi ristoranti salentini, che ha fatto dell’uso di prodotti stagionali e coltivati sul posto, la sua filosofia vincente!

Ma guai a lasciare il Salento senza portare un souvenir goloso agli amici e ai parenti (rimasti a casa).
Le tappe sono nella Cantina Conti Zecca a Leverano www.contizecca.it per rifornirsi degli ottimi vini di negroamaro e primitivo, i vitigni autoctoni del Salento, nella cantina ospitale Agricola dell’Arneo www.agricoladellarneo.it, nell’azienda agricola Marco Spinosa, che produce olio extravergine d’oliva tanto ricercato dai mercati internazionali, nel panificio Rosetta di Stefano Conversano (FB Panificio Rosetta) a Carmiano. E’ una cantina aperta alle visite guidate la cantina Petrelli a Carmiano  www.cantinapetrelli.com.

E’ salentina infine l’azienda che sforna 240mila pizze al mese destinate in gran parte al mercato tedesco e svedese: Scarlinpizza a Taurisano, divenuta leader nel mondo dell’enogastronomia italiana ed europea www.scarlinpizza.it.

Le luminarie del Salento
Sono impalcature di legno che si ispirano al barocco leccese e che vengono utilizzate per illuminarie le vie e le piazze dei paesi quando si svolgono le feste di tradizione in onore dei Santi. Ecco luminarie Parisi, che ha inventato anche luminarie pret-à-porter… da mettere nei trolley e utilizzarle come oggetti di design per le case e i giardini. www.fratelliparisi.com.

 

Rispondi